Lunedì 20 Marzo 2017 - 10:30

Locri, scritte offensive sul Vescovado: 'Don Ciotti sbirro'

Il commento di monsignor Oliva: "Qui abbiamo bisogno di lavoro onesto, non vogliamo quello portato dalla mafia"

Locri, scritte offensive sul Vescovado: 'Più lavoro, meno sbirri'. Insulti a Don Ciotti

Nelle scritte comparse oggi sul Vescovado di Locri "si chiede lavoro, e questo è un problema fondamentale in queste terre. Ma qui serve lavoro onesto, che non tolga la dignità e non nasca dalla sottomissione. Qui non vogliamo il lavoro portato dalla mafia". Queste le parole del vescovo di Locri, monsignor Francesco Oliva, raggiunto al telefono da LaPresse. Nella notte le scritte 'più lavoro, meno sbirri' e 'don Ciotti sbirro' sono state tracciate sulle pareti esterne dell'edificio che in questi giorni ospita don Luigi Ciotti, presidente di Libera, intervenuto per la Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

LEGGI ANCHE  Don Ciotti: Messaggi vili, lavoro primo antidoto alle mafie

NON ABBASSARE ATTENZIONE. "Don Ciotti sta facendo un lavoro eccezionale di educazione, un lavoro molto importante - ha aggiunto Monsignor Oliva - Non dobbiamo abbassare l'attenzione sulla 'ndrangheta, continuiamo a denunciare il fatto che la criminalità crea solo lavoro nero e disonesto. I caporali tolgono la dignità e calpestano i diritti degli operai. Il lavoro della mafia non ci serve". Monsignor Oliva ha chiarito: "Quello che vogliamo è un lavoro degno, che rispetti i diritti degli operai, non il lavoro per il quale si ricorre al capo pastore o al capo cantoniere o al boss di turno", ha chiarito l'agenzia dei vescovi italiani. Il vescovo di Locri ha richiamato l'attenzione su "i segnali che sono partiti dalla nostra diocesi attraverso il lavoro delle cooperative".

GENTILONI ESPRIME SOLIDARIETA'.  Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha espresso in una telefonata solidarietà e vicinanza a don Ciotti per le intimidazioni subite.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Lara, la foreign fighter italiana che si faceva chiamare Khadija

Lara, la foreign fighter italiana che si faceva chiamare Khadija

La 26enne è stata arrestata ad Alessandria per terrorismo, era pronta a tornare in Siria

Salerno, Diele investe e uccide donna: arrestato

Diele investe e uccide una donna: l'attore era sotto effetto di droghe

L'attore, volto della serie '1992' e del film 'Acab', è stato arrestato a Eboli

Caldo infernale in tutta Italia, a Ferrara la temperatura percepita è di 49 gradi

Caldo in tutta Italia, 49 gradi la temperatura percepita a Ferrara

In molti centri raggiunte punte di 37-38 gradi, con un tasso elevato di umidità. Dieci le città con livello di allerta massima

Ferrara, neonata cade dalla finestra e muore

Ferrara, neonata cade dalla finestra e muore

Il pm ha aperto un'indagine per abbandono di minore