Lunedì 13 Marzo 2017 - 17:30

Lodi, testimone: Sentito due colpi. Fratello vittima: Noi perdoniamo

Oggi l'autopsia sul corpo di Petre, 33enne ucciso da Mario Cattaneo

Lodi, testimone: Sentito 2 colpi. Fratello vittima: Noi perdoniamo

Sono state trovate tracce di sangue sulla cancellata dell'Osteria dei Amis, il locale di Mario Cattaneo a Casaletto Lodigiano. La stessa cancellata che nella notte tra giovedì e venerdì scorso hanno scavalcato i ladri che hanno fatto irruzione nel bar tabaccheria e hanno portato via incasso e sigarette. E' troppo presto per stabilire se si tratti del sangue di Petre Ungureanu, il 33enne trovato morto la mattina successiva a 150 metri di distanza dal locale, accanto al piccolo cimitero della frazione. Questa mattina il fratello Victor, accompagnato dall'avvocato Nunzia Milite, ha effettuato il riconoscimento legale della salma all'istituto di medicina legale di Pavia. Sempre questa mattina è stata eseguita l'autopsia.

"Io e la mia famiglia perdoniamo Mario Cattaneo davanti a Dio: non vogliamo vendetta ma solo  giustizia", ha detto ai microfoni della Rai Victor. L'uomo, che lavora come operaio in Svizzera, ha spiegato che il fratello Petre era in Italia da alcune settimane. Victor non aveva più sue notizie da "due o tre giorni". Ad avvisarlo di quello che era capitato al fratello è stata una chiamata da parte di uno sconosciuto. Anche il numero di telefono dal quale è partito l'allarme è risultato irraggiungibile

Nel frattempo un testimone, che era sveglio quando Cattaneo ha sorpreso i ladri nel suo locale, ha riferito ai carabinieri di aver sentito due colpi di fucile. Il particolare è al vaglio degli inquirenti ma potrebbe aiutarli a capire meglio la dinamica dell'aggressione da parte di quattro malviventi e della reazione del ristoratore.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, il gip convalida arresto aggressore stazione Centrale

Milano, il gip convalida arresto aggressore stazione Centrale

Hosni giovedì sera ha accoltellato due militari e un agente della Polfer

Milano, marcia Nessuna persona è illegale

Migranti, a Milano l'orgoglio dell'accoglienza: Siamo 100mila

Grasso: "Chi nasce e studia qui è italiano". Contestazione degli antagonisti al governo

Milano, aggressore stazione indagato per terrorismo. In carcere si scusa: Mi dispiace

Milano, l'aggressore si scusa, indagato per terrorismo

Giovedì sera il ferimento di due militari e un agente

Milano, agente Polfer e militare accoltellati in stazione

Milano, agente Polfer e militare accoltellati in stazione

Fermato un uomo di nazionalità nordafricana