Mercoledì 08 Novembre 2017 - 21:30

Lollobrigida: "Io molestata due volte non ho avuto coraggio di denunciare"

La rivelazione a 'Porta a Porta'

"Un commento su quello che sta accadendo? Credo che avrebbero dovuto denunciare per tempo ma non hanno avuto il coraggio. Ma neanch'io l'ho avuto". Lo rivela Gina Lollobrigida a 'Porta a Porta', parlando dello scandalo molestie a Hollywood. "Quante persone avrebbe potuto denunciare?", le chiede Vespa. "Due persone - risponde Gina Lollobrigida - e avrebbero perso entrambe il lavoro. Uno straniero e uno italiano".

"Quando la molestia non è molestia ma è di più..non la puoi eliminare, rimane dentro e condiziona il tuo carattere, le tue azioni sono sempre soggette a questo ricordo". "Ma tu questa violenza l'hai subita due volte?", chiede ancora Vespa. "La prima volta ero innocente non conoscevo l'amore, non conoscevo niente. Quindi era grave. E la persona era molto conosciuta. Avevo 19 anni, andavo ancora a scuola. Della seconda è meglio non parlare.. non li ho denunciati per non rivelare una cosa mia.. ma erano due cose abbastanza gravi. La seconda volta ero già sposata cominciavo a fare il cinema".
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

New James Bond film

Danny Boyle non dirigerà il nuovo James Bond: "Divergenze creative"

L'annuncio sul sito ufficiale da parte dei produttori e dello 007 Daniel Craig

TOPSHOT-COMBO-FILES-US-ASSAULT-ARGENTO-HARASSMENT

Asia Argento nega le molestie: "Nessun rapporto sessuale. Pagato Bennet perché smettesse di perseguitarmi"

L'attrice spiega che "era solo un amico" e che, a un certo punto aveva cominciato a fare richieste. Con Anthony Bourdain (lo chef morto suicida) "decidemmo di tacitarlo così"

Premiere di Molly's Game a Londra

Idris Elba prossimo James Bond? L'attore alimenta le voci su Twitter

Un cinguettio semplice, ma molto significativo

GERMANY-BERLINALE-FILM-CHATRIAN

Locarno Festival, Pardo d'oro al regista singaporeano Yeo Siew Hua per A land imagined

Tra i grandi ospiti di quest'anno Ethan Hawke e Ted Hope, Meg Ryan, Bruno Dumont e la masterclass di Kyle Cooper