Venerdì 22 Settembre 2017 - 16:45

Lombardia, finora 717 bambini risultano non vaccinati

I dati forniti dalla Regione che, adesso, dovrà avviare il percorso di recupero con le famiglie

Camera dei Deputati. Voto finale sul DL Vaccini

"Al momento sono 717 in tutta la Lombardia gli alunni che non hanno presentato entro l'11 settembre, la documentazione necessaria, prevista in virtù della legge Lorenzin sui vaccini per l'iscrizione a asili nido e scuole dall'infanzia. La Regione provvederà immediatamente a contattare le loro famiglie per attivare il recupero dell'inadempimento". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, dopo l'invio ieri, come previsto dalla legge sui vaccini, degli elenchi da parte di nidi e scuole dell'infanzia, dei bambini che non hanno presentato la documentazione richiesta per l'iscrizione. "Il dato si riferisce - ha spiegato l'assessore - alle comunicazioni ricevute dalle nostre Ats alla data di ieri, così come da indicazioni di legge, da 180 strutture, tra nidi e scuole dell'infanzia. Un dato che reputiamo essere non definitivo, sia perché qualche aggiornamento continua ad arrivare in queste ore, sia perché le strutture presenti su tutto il territorio sono circa 5.000. Appare, dunque, più realistico pensare che ci siano dei ritardi da parte delle strutture scolastiche a rispettare i tempi sull'invio degli elenchi, previsti dalla legge".

"Per questo motivo per evitare che i tempi di recupero dell'inadempimento e quindi dell'inserimento dei bambini nelle strutture scolastiche si dilatino - ha precisato il titolare regionale della Sanità - già oggi abbiamo contattato l'Ufficio scolastico regionale, l'Anci e le associazioni e federazioni degli asili nido e delle scuola dell'infanzia, per sollecitarli a procedere in tempi rapidi all'invio degli elenchi alle nostre Ats. Ricordo, infatti, che l'obiettivo del nostro percorso di recupero è quello di realizzare in tempi rapidi un confronto con le famiglie affinché si convincano a sottoporre i propri figli alle vaccinazioni".

Di seguito i dati forniti dalle nostre Ats alla data di ieri: Ats Milano - 30 strutture scolastiche su 1865 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 85 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Insubria - 26 strutture scolastiche su 833 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 104 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Bergamo - 26 strutture scolastiche su 530 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 104 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Valle Padana - 20 strutture scolastiche su 300 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 104 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Montagna - 9 strutture scolastiche su 241 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 27 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Brescia - 13 strutture scolastiche su 341 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 49 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Brianza - 41 strutture scolastiche su 400 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 93 bambini che non hanno presentato la documentazione.

Ats Pavia - 15 strutture scolastiche su 212 presenti sul territorio hanno trasmesso gli elenchi segnalando 113 bambini che non hanno presentato la documentazione

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Infortunio sul lavoro a Palazzo Reale

Milano, cade dalla scala a Palazzo Reale: muore assistente del pittore Bonalumi

Stava lavorando all'allestimento della mostra quando ha perso l'equilibrio ed è precipitato da circa quattro metri d'altezza

Niccolò Bettarini esce dall'ospedale: "Gli amici mi hanno salvato"

Il figlio di Simona Ventura sta meglio e può tornare a casa dopo l'aggressione davanti alla discoteca milanese "Old Fashion"

Milano, il figlio di Simona Ventura, Niccolò Bettarini, accoltellato fuori alla discoteca Old Fashion

Aggressione Bettarini, il gip: "Gli amici lo hanno salvato dalla morte"

Convalidato il fermo dei 4 indagati, che restano in carcere con l'accusa di tentato omicidio

Niccolò Bettarini accoltellato a Milano: i fermati non rispondono al gip

Il legale di uno dei giovani ora in carcere: "Non sapeva che il ragazzo picchiato fosse il figlio di Bettarini. Vuole chiedere scusa"