Lunedì 15 Gennaio 2018 - 13:00

Lombardia, Fontana: "Razza bianca a rischio". Gori: "No a isterismi e demagogia"

Le frasi shock del candidato di centrodestra su Radio Padania: "Se li accettassimo tutti non ci saremmo più noi come etnia"

Inizio campagna elettorale per il candidato Attilio Fontana a Varese

"Dobbiamo decidere se la nostra etnia, la nostra razza bianca, la nostra società devono continuare a esistere o devono essere cancellate". Si accendono i toni della campagna elettorale in Lombardia in vista delle Regionali del prossimo 4 marzo. A parlare di razza bianca a rischio, in diretta su Radio Padania domenica mattina, è Attilio Fontana, il candidato del centrodestra del dopo-Maroni. Che dopo la polemica fa marcia indietro: "È stato un lapsus".

Parlando di immigrazione, Fontana ha assunto posizioni molto vicine a quelle del Leader del Carroccio Matteo Salvini: "È un discorso demagogico e inaccettabile quello di dire che dobbiamo accettarli, è un discorso a cui dobbiamo reagire, dobbiamo ribellarci: non possiamo accettarli tutti. Vorrebbe dire che non ci saremmo più noi come realtà sociale e etnica, perché loro sono molti più di noi, perché loro sono molto più determinati di noi nell’occupare questo territorio".

Loading the player...

"Viviamo una realtà irraccontabile", ha affermato ancora Fontana. "Uno stato serio dovrebbe progettare, programmare" per gestire "una situazione di questo tipo e dire 'Noi riteniamo giusto che possano essere accolti mille, centomila, un milione, cento milioni... quanti migranti noi vogliamo fare entrare, come li vogliamo assistere, che lavori vogliamo trovare loro, che case vogliamo dare loro, che scuole'". E ha aggiunto: "A quel punto un governo fa un progetto poi lo sottopone ai propri cittadini e chiede 'Siete d'accordo su questa scelta? Vi va bene?' Allora, ha un senso. Se la maggioranza degli italiani dicesse 'Vogliamo auto-eliminarci', vorrà dire che noi, quelli che non vogliono auto-eliminarsi, ce ne andremo da un'altra parte".

Su Twitter arriva la risposta del rivale del centrosinistra, non appoggiato da Liberi e Uguali, Giorgio Gori: "C'è chi parla di forconi e razza bianca. Noi parliamo di formazione, lavoro, crescita, Europa. Scegliete voi. #FareMeglio si deve, senza isterismi e demagogia". 

 

Loading the player...

Dal Pd arriva la condanna e l'appello all'unità: "Per i signori a sinistra che pensano che il futuro della Lombardia sia giusto affidarlo alle divisioni nel centrosinistra: 'Fontana (candidato centrodestra): con troppi migranti razza bianca a rischio' . Bravi compagni continuiamo così", scrive su Twitter il deputato dem Emanuele Fiano. Gli fa eco il capogruppo del Pd alla Camera, Ettore Rosato: "Questa sarebbe la destra moderata che dalla Lombardia vorrebbe poi governare il paese. Questa è una vergogna razzista. Noi con Gori vogliamo una società sicura, inclusiva e tollerante". D'accordo il ministro e vicesegretario del Partito democratico Maurizio Martina: "Un candidato presidente che si lancia in dichiarazioni così deliranti intervistato da Radio Padania dimostra drammaticamente di non essere all'altezza della più importante regione del paese. E tutto questo è triste e pericoloso per la Lombardia e i lombardi prima di tutto". Di derby tra rancore e speranza twitta il segreatrio dem Matteo Renzi: "La Lega parla di invasione e razza bianca. Noi con @giorgio_gori parliamo di innovazione e capitale umano. In Lombardia il voto del #4marzo è un derby tra rancore e speranza, tra passato e futuro. #faremeglio".  

Dal Psi arriva il commento di Roberto Nencini: "Il candidato presidente leghista alla regione Lombardia parla di 'razza bianca' proprio come il governatore dell'Alabama sessanta anni fa. Lo dico subito: una cosa è difendere i valori fondamentali del cittadino, dalla parità di genere alle libertà individuali, valori conquistati nelle piazze e in parlamento dalle nostre nonne e dai nostri bisnonni, altro inneggiare alla superiorità del colore della pelle. Non vorrà mica Fontana istituire un assessorato alla razza?".

E contrari si dimostrano anche dal M5s:  "Il centrodestra ha un candidato in Lombardia come Fontana che parla di 'purezza di razza bianca' nel 2018. Siamo sicuri che loro siano i moderati? Allora noi siamo Gandhi. Berlusconi dica se quello resta ancora il suo candidato in Lombardia", chiede il candidato premier grillino Luigi Di Maio. Mentre Roberto Fico twitta: "La razza bianca è a rischio (che stupidaggine) ma la mamma dei cretini è sempre incinta".

Solo da Salvini arriva man forte a Fontana:  "Al governo normeremo ogni presenza islamica nel Paese.  Esattamente come in tempi non sospetti ha sostenuto Oriana Fallaci, siamo sotto attacco, sono a rischio la nostra cultura, società, tradizioni, modo di vivere. E' in corso un'invasione, a gennaio sono ripresi anche gli sbarchi. Il colore della pelle non c'entra niente e c'è un pericolo molto reale: secoli di storia che rischiano di sparire se prende il sopravvento l'islamizzazione finora sottovalutata".

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio presenta la squadra di Governo

Mattarella convoca Conte al Quirinale alle 17.30. Di Battista attacca il Colle

Di Maio esulta: "Inizia la terza Repubblica". Lega: "Pronti a partire"

Luigi Di Maio presenta la squadra di Governo

Governo, M5S si divide su Conte premier. Di Maio: "Resta il nostro candidato". Carelli: "Potrebbe saltare"

Si attende la decisione di Mattarella. Il prof indicato da Lega e M5S per l'incarico a presidente dei Consiglio finito nella bufera per le presunte irregolarità nel suo curriculum

Trasmissione televisiva 'in 1/2 ora'

Governo, chi è Paolo Savona: l'economista anti euro

È stato direttore della Banca d'Italia e di Confindustria. È lui il nome indicato da Salvini e Di Maio per il Mef

COMBO-FILES-ITALY-POLITICS-GOVERNMENT-PARTIES

Governo, Conte e Savona su graticola: ipotesi Di Maio premier, no di Salvini

Si indebolisce la candidatura del professore indicato come premier da M5S e Lega e riprende quota. Anche Paolo Savona in bilico al Mef