Sabato 15 Aprile 2017 - 12:45

Londra, all'esame per la patente ora c'è anche la prova di Gps

Nel Regno Unito gli aspiranti guidatori dovranno dimostrare la propria abilità nell'utilizzo del navigatore satellitare

Londra, all'esame per la patente ora c'è anche la prova di Gps

L'esame della patente nel Regno Unito includerà anche una prova in cui gli aspiranti guidatori dovranno dimostrare la propria abilità nell'utilizzo del Gps. Lo ha annunciato oggi la Driver and Veichle Standards Agency britannica, spiegando che a partire dal 4 dicembre chi si presenterà all'esame dovrà seguire le indicazioni dell'apparato di geolocalizzazione per una ventina di minuti, oltre a rispondere alle richieste dell'esaminatore per il resto del test. Le autorità britanniche hanno definito il cambiamento nelle procedure di esame come il più significativo dal 1996, segnalando che secondo i dati più della metà degli automobilisti ormai utilizza questo tipo di dispositivo. "Dobbiamo assicurarci che l'esame di guida continui a essere rilevante nel XXI secolo", ha dichiarato il segretario di Stato per i Trasporti, Andrew Jones, sottolineando che la nuova misura "aiuterà a ridurre il numero di morti e feriti sulle strade". Il nuovo esame porrà inoltre meno enfasi sulle manovre a bassa velocità nelle strade meno percorse, per concentrarsi sulle zone a maggior densità di traffico, dove ha luogo la maggior parte degli incidenti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Macron alla Casa Bianca

Trump riceve Macron: dall'accordo sull'Iran all'elogio di Kim Jong-un

Conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca. Il presidente francese: "Insieme combatteremo il terrorismo"

Spagna, Palma vieta affitto di appartamenti a turisti dopo proteste residenti

Il divieto dopo vari studi che hanno rivelato che solo 645 degli 11mila avvenivano con le adeguate licenze

Parigi, meeting annuale Vivendi 2018

Francia, Bolloré in stato di fermo per corruzione: avrebbe pagato tangenti in Africa

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, sarebbe implicato in una vicenda legata a concessioni portuali in Togo e Guinea. Marina Berlusconi: "Lui come Attila. Arrogante e senza strategia"

A Toronto un furgone piomba sul marciapiede travolgendo i passanti

Strage a Toronto, furgone travolge pedoni: 10 morti. Arrestato autista 25enne incensurato

Il giovane al volante è piombato sul marciapiede della Yonge Street. Ancora da capire il movente