Domenica 22 Ottobre 2017 - 15:30

Londra, alla British Library la mostra dedicata al maghetto Harry Potter

Fino al 28 febbraio in mostra per la prima volta gli archivi di J. K. Rowling in occasione del ventesimo anniversario dall'uscita del primo libro della saga

Si intitola Harry Potter: A History of Magic ed è la mostra in corso alla British Library di Londra tutta dedicata al maghetto, nata per festeggiare i vent'anni dalla pubblicazione del primo romanzo della saga, Harry Potter e la pietra filosofale. La mostra, visitabile fino al 28 febbraio, comprende tesori centenari della biblioteca di Londra tra cui alcuni tra gli elementi più antichi della collezione, con materiali originali forniti dall'editore Bloomsbury e dagli archivi della scrittrice J.K. Rowling, che vengono mostrati per la prima volta.

In mostra prestiti straordinari provenienti da istituzioni nazionali e internazionali tra i quali bacchette magiche, sfere di cristallo e sirene. E un mappamondo stellare risalente al 1693, mostrato con una tecnologia di realtà aumentata, in collaborazione con Google Arts, che consente ai visitatori di esplorare le costellazioni del cielo notturno. Il globo dà la possibilità di esplorare virtualmente le costellazioni antiche, alcune delle quali portano i nomi dei personaggi delle storie di Harry Potter, come Remus Lupin, Sirius Black, Bellatrix LeStrange e Draco Malfoy. Harry Potter: A History of Magic svela anche libri rari, manoscritti e oggetti magici della collezione della British Library, catturando le tradizioni del folclore e della magia di tutto il mondo, che sono al centro delle storie di Harry Potter, con un occhio di riguardo alle materie studiate presso la Scuola di magia e stregoneria Hogwarts, come Incantesimi, Pozioni, Storia della Magia, Difesa contro le Arti Oscure, Astronomia, Divinazione ed Erbologia.

 

Tra i pezzi esposti ci sono: - il manoscritto di J.K. Rowling con i nomi degli insegnanti della scuola di magia; - opere originali di Jim Kay per le edizioni illustrate Harry Potter; - un manoscritto antico sull'alchimia lungo 6 metri nel quale si descrive, tra l'altro, come fare una 'pietra filosofale'; - un manoscritto arabo illuminato che mostra le mandragole maschili e femminili; - la lapide di Nicolas Flamel, personaggio realmente esistito che compare nella saga. 
 

Scritto da 
  • Alessandra Lemme
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il 'Salvator Mundi' di Leonardo all'asta per 450 milioni di dollari

Un record mondiale per il dipinto riscoperto di recente e considerato l'ultimo del genio italiano

Musei italiani sempre pieni nel 2017. Verso i 50 milioni di visitatori

Dal Colosseo agli Uffizi, da Pompei alla Reggia di Caserta, continua l'incremento di pubblico e di incassi

Alessandro D'Avenia: Nessuno è all'altezza dell'amore

Lo scrittore parla del suo nuovo lavoro, " Ogni storia è una storia d'amore"

Rodin in mostra a Treviso, ma Facebook censura il suo "Bacio"

L'immagine usata per promuovere l'evento ma il social ha chiesto di "evitare allusioni di natura sessuale"