Martedì 14 Marzo 2017 - 13:15

Mafia Capitale, Buzzi: Se denunci i politici non lavori più

"Un imprenditore che vuole continuare non può farlo"

Mafia Capitale, Buzzi: Se denunci i politici non lavori più

"Un imprenditore che vuole lavorare non può denunciare la politica; se denunci la politica, come sto facendo io, vai in pensione". Così Salvatore Buzzi durante la deposizione nell'aula bunker di Rebibbia, dove è in corso il processo Mafia Capitale. "Sto facendo un percorso di vita di rottura radicale, me ne frego di tutti questi, sto rompendo tutti i miei ponti alle spalle", aggiunge l'imprenditore delle cooperative durante l'udienza nella quale denuncia i contrasti che ci furono tra la cooperativa 29 giugno, di cui era presidente, e la giunta di Gianni Alemanno non appena si insediò in Campidoglio. "Non è che denunci Panzironi (ex ad di Ama dell'epoca Alemanno ndr) e poi lavori con la sinistra, perché pure loro dicono che non sei più credibile, e non lavori più. Ora parlo, perché non mi frega più niente, ma all'epoca non me la sentii".

"Tenevamo il Verano come un gioiello, sulle banchine del Tevere nel 2008, quando ce ne occupavamo noi ce potevi mangia'", continua Buzzi durante la deposizione, sottolineando il buon lavoro fatto dalla coop 29 giugno, di cui era presidente, negli anni delle giunte precedenti al 2008, e il cambiamento netto che ci fu quando arrivò in Campidoglio la giunta Alemanno: "Eravamo di sinistra, non ci facevano lavorare". Buzzi parla in diretta video dal carcere di Tolmezzo, in provincia di Udine, dove è detenuto in regime di 41 bis.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Firenze, trova 2 aghi per cucire dentro alla mozzarella comprata al supermercato

Il lotto del latticino è stato ritirato dal commercio in via cautelativa. Carabinieri e Nas indagano

Matteo Salvini ospite a Porta a porta

Migranti, Salvini: "Ong non metteranno più piede nei porti italiani. Lifeline vada in Olanda"

Il ministro dell'Interno: "Questa nave non rispetta le regole. Fate il giro un po' largo"

Matteo Salvini riceve il Ministro dell'interno e il vice Cancelliere austriaco al Viminale

I molti Salvini sui migranti e la Ue: duro, durissimo, aperto, ottimista

Ieri sera sembrava che Conte non sarebbe andato al vertice Ue. Questa mattina si apprende che ci andrà e che il vicepremier è ottimista

Roberto Saviano a Lettere e Filosofia di Roma Tre

Salvini avverte Saviano: "Sulla sua scorta si valuterà per capire se corra ancora rischi”

Il ministro dell'interno dopo le critiche dello scrittore sulla gestione dei migranti: "Le autorità competenti analizzeranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione"