Giovedì 20 Aprile 2017 - 08:30

Mafia, confiscato il patrimonio al cugino di Messina Denaro

Filardo, imprenditore originario di Castelvetrano, è in carcere

Mafia, confiscato il patrimonio al cugino di Messina Denaro

 La Direzione investigativa antimafia di Trapani ha eseguito la confisca del patrimonio mobiliare, immobiliare e societario riconducibile a Giovanni Filardo, imprenditore edile originario di Castelvetrano (TP) attualmente detenuto in carcere, cugino di primo grado del boss latitante Matteo Messina Denaro. Con lo stesso provvedimento è stata disposta nei suoi confronti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora per 4 anni.

Filardo è stato arrestato nel 2010 nell'ambito dell'operazione Golem fase II perché sospettato di concorso con Cosa nostra. Nello specifico, fu accusato di essere membro del mandamento mafioso di Castelvetrano e di partecipato a estorsioni, incendi, interposizione fittizia di valori e di aver favorito la latitanza di Matteo Messina Denaro. Per tali fatti Filardo è stato definitivamente condannato a 12 anni e 6 mesi, con sentenza della Corte d'Appello di Palermo, che ha riformato la sentenza di assoluzione pronunciata dal Tribunale di Marsala in primo grado.

 La confisca di oggi ha consentito di confiscare un'impresa edile a responsabilità limitata, 23 tra mezzi d'opera, automezzi e autoveicoli, un fabbricato rurale, 7 appezzamenti di terreno, una villa con finiture di pregio, un fabbricato a uso abitativo e 4 conti correnti bancari.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

Tratta migranti: una vittima su 4 è bambino o adolescente

Sono 63.251 i casi di tratta e sfruttamento, di cui 17.710 riguardano minori, con una larga prevalenza di femmine

Canale di Sicilia: la nave della Marina Militare "Fulgosi" in soccorso ai migranti

Cipro, fermata nave anti-Ong per traffico esseri umani

Arrestati il capitano e l'equipaggio della nave C-Star, noleggiata dall'associazione di attivisti di estrema destra Defend Europe

Travolge una moto dopo una lite in strada, la folle corsa dell’elettricista accecato dall’ira.

Istat, diminuiscono le vittime della strada: giovani i più colpiti

In Italia e in Europa il numero dei morti sulla strada diminuisce: il cellulare alla guida e l'alta velocità sono le violazioni più sanzionate