Giovedì 07 Dicembre 2017 - 18:00

Mafia, Dell'Utri resta in carcere: "Non ce la faccio più"

Rigettata la richiesta di scarcerazione per motivi di salute presentata dall'ex senatore di Forza Italia

Marcello Dell'Utri

Marcello Dell'Utri resta in carcere. Il Tribunale di sorveglianza di Roma ha respinto l'istanza di scarcerazione legata a motivi di salute presentata nei giorni scorsi dai legali dell'ex senatore Pdl.

"Non ce la faccio più, mi sento provato e stanco", aveva fatto sapere due giorni fa, attraverso i suoi legali, dal carcere di Rebibbia nel quale sta scontando la condanna a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Nell'udienza che si è tenuta martedì, a porte chiuse, a Piazzale Clodio, i periti del tribunale si sono pronunciati per la compatibilità delle sue condizioni di salute con il regime carcerario, mentre parere favorevole all'uscita dal carcere è stato dato dai medici consulenti della procura generale e da quelli della difesa.

Il sostituto procuratore generale Pietro Giordano aveva dato parere negativo all'uscita da Rebibbia di Dell'Utri, ritenendo le conclusioni dei periti del tribunale più convincenti di quelle dei consulenti medici dell'accusa. "Non credo che questa sia giustizia - dichiara Daniele Capezzone, deputato di Direzione Italia - Oggi altro pronunciamento contro Marcello Dell'Utri, nonostante il suo grave stato di salute. Vale per lui e naturalmente per altri detenuti nelle sue condizioni: devono forse morire per 'uscire'?" 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Strage Piazza Fontana

Strage di Piazza Fontana, sono 48 anni. Mattarella: "Manca verità esaustiva"

Il Capo dello Stato ha ricordato la bomba fascista che fece 17 morti e 88 feriti. I processi non hanno messo la parola fine

Riapertura del passaggio di collegamento tra il Collegio Romano e la Chiesa di San Ignazio

Via al piano istruzione 0-6 anni. Fedeli: "È svolta culturale"

Lo scopo è aumentare i servizi e sostenere i genitori, per dare alle bambine e ai bambini maggiori opportunità di accesso a un'istruzione di qualità fin dalla nascita

Rimini, congresso fondativo di "Sinistra Italiana"

Leu, Civati: "Foglioline? Noi siamo femministi nella sostanza"

Al nuovo partito potrebbe unirsi anche Laura Boldrini