Lunedì 04 Dicembre 2017 - 10:15

Malta, dieci arresti per l'omicidio della giornalista Caruana Galizia

Lo ha riferito il primo ministro Muscat. La reporter uccisa il 16 ottobre scorso, a 53 anni, nell'esplosione di un'autobomba nella sua Peugeot

Malta, protesta dei giornalisti dopo l'assassinio della blogger anti-corruzione

Dieci arresti per l'omicidio della giornalista di Malta Daphne Caruana Galizia. Lo ha annunciato, stando a quanto riporta il Times of Malta, il primo ministro Joseph Muscat. Gli arresti sono stati effettuati in diverse aree, tra cui Marsa, Zebbug e Bugibba. Tutti i sospetti sono cittadini maltesi, alcuni già noti alle forze dell'ordine. La polizia ha ora 48 ore per interrogare i sospetti.

Muscat ha riferito che gli investigatori ritengono gli otto arrestati i responsabili dellì'omicidio della giornalista con un'autobomba. Le forze dell'ordine hanno seguito i sospetti per diverso tempo prima del blitz di questa mattina.

Daphne Caruana Galizia è rimasta uccisa il 16 ottobre scorso, a 53 anni, nell'esplosione di un'autobomba nella sua Peugeot 108.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Macron alla Casa Bianca

Trump riceve Macron: dall'accordo sull'Iran all'elogio di Kim Jong-un

Conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca. Il presidente francese: "Insieme combatteremo il terrorismo"

Spagna, Palma vieta affitto di appartamenti a turisti dopo proteste residenti

Il divieto dopo vari studi che hanno rivelato che solo 645 degli 11mila avvenivano con le adeguate licenze

Parigi, meeting annuale Vivendi 2018

Francia, Bolloré in stato di fermo per corruzione: avrebbe pagato tangenti in Africa

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, sarebbe implicato in una vicenda legata a concessioni portuali in Togo e Guinea. Marina Berlusconi: "Lui come Attila. Arrogante e senza strategia"

A Toronto un furgone piomba sul marciapiede travolgendo i passanti

Strage a Toronto, furgone travolge pedoni: 10 morti. Arrestato autista 25enne incensurato

Il giovane al volante è piombato sul marciapiede della Yonge Street. Ancora da capire il movente