Domenica 16 Luglio 2017 - 09:15

Maratona rock di 5 ore a Collisioni con Silvestri, Consoli e Gazzè

Sul palco nelle Langhe cuneesi trenta musicisti ad accompagnare i grandi successi dei tre artisti

Maratona rock di 5 ore a Collisioni con Silvestri, Consoli e Gazzè

Cinque ore di concerto, una maratona rock tra le colline piemontesi. Tre amici uniti nel nome della musica con una grande sfida: superare se stessi con un mega evento dedicato al fonico Gianluca Vaccaro, scomparso poco più di un mese fa. Carmen Consoli, Max Gazzè e Daniele Silvestri sono saliti insieme sul palco per un progetto unico ideato in occasione della loro partecipazione, in due serate, a Collisioni 2017, festival Agrirock di incontri e musica organizzato a Barolo (Cuneo) nel cuore delle Langhe patrimonio Unesco.

'Fiori d'arancio', 'L'amore pensato', 'Strade di Francia', 'Le cose in comune', 'L'ultimo bacio' e 'Sotto casa' i brani cantati da tutti e tre che hanno aperto le danze della seconda serata, sabato 15 luglio. Nessuna band dietro di loro: solo il suono del basso di Gazzè, della chitarra di Consoli e di chitarra e tastiere di Silvestri. Ad applaudirli quasi 12mila persone. Poi i set da soli, questa volta accompagnati dai musicisti: un'ora per ciascuno in cui i cantanti hanno ripercorso le loro maggiori hit. Dal rock di Silvestri alla scaletta più intimistica e raccolta di Consoli, fino agli esperimenti sinfonici di Gazzè con la sua abilità al basso che lo rende unico in Italia. Gran finale ancora insieme con tutte e tre le band, per un totale di 30 persone sul palco. Ed è stata la volta di brani come 'Parole di burro' e 'La vita com'è', oltre all'omaggio finale a David Bowie con 'Absolute Beginners'.

Arrangiamenti nuovi hanno ridisegnato i brani dei tre artisti nella ricchezza musicale dei numerosi strumenti sul palco: violini, violoncello e viola e ancora clarinetto, clarinetto basso, flauto traverso, friscaletto, flicorno, trombone. Gigantesca è stata la macchina produttiva messa in piedi per l'inedito progetto: 31 chitarre, 15 tastiere, 2 batterie, 6 bassi, 11 amplificatori, 3 set di percussioni, 224 canali mixer, 96 microfoni, 36 musicisti sul palco, 148 tecnici, 4 km di cavi per oltre 5 ore di concerto, numeri record per la notte di musica live che si è conclusa intorno alle 2 di notte. Ad aprire il mega concerto sono stati dalle 18 Chiara Dello Iacovo, Daniele Celona ed Eva.

Cosa succederà da oggi? È presto per dirlo ma potrebbe anche nascere un disco o un dvd live. Daniele, Carmen e Max hanno già lungamente collaborato tra loro ma non è mai accaduto prima che suonassero tutti e tre insieme sviluppando un vero progetto collaborativo.

Scritto da 
  • Valentina Innocente
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Castellamonte, funerale Gloria Rosboch

Delitto Rosboch, 30 anni all'allievo Gabriele Defilippi

Lo studente di 22 anni aveva chiesto l'infermità mentale

Apertura della mostra The Rolling Stones Exhibitionism a New York

I Rolling Stones arrivano a Lucca: tutto pronto per il concerto

La band si esibirà il 23 nelle Mura storiche della città per la loro unica data italiana

Giovanardi celebra ‘La mia generazione’: Quando i live erano più importanti dei like

Il cantante presenta il nuovo album in cui rivisita i successi della scena musicale indipendente anni '90