Giovedì 12 Gennaio 2017 - 17:45

Meningite, bimba morta a Brescia per pneumococco era stata dimessa

La piccola era arrivata al pronto soccorso con febbre e vomito sabato scorso

Meningite, bimba morta a Brescia per pneumococco era stata dimessa

E' morta per meningoencefalite da pneumococco, la bambina di 5 anni ricoverata agli Spedali Civili di Brescia. La piccola era arrivata al pronto soccorso sabato scorso, 7 gennaio, con febbre e vomito, ma era stata dimessa dopo due ore. L'indomani è stata nuovamente portata in ospedale dai genitori: le sue condizioni erano gravi, ed è stata ricoverata. Tre giorni dopo, mercoledì 11, è morta nel reparto di Rianimazione pediatrica.

"E' stata tempestivamente formulata la diagnosi. Ma nonostante la piccola sia stata immediatamente sottoposta al necessario trattamento clinico farmacologico, è purtroppo subentrato il decesso", sono le parole dei medici dell'Asst Spedali Civili in un comunicato. Non è stata predisposta alcuna profilassi per le persone entrate in contatto con la bambina in quanto, spiegano i sanitari, "le meningoencefaliti e le sepsi da pneumococco si presentano in forma sporadica e non sono diffusive; in tali situazioni non è pertanto indicata alcuna profilassi antibiotica per coloro che hanno avuto contatti con il malato poiché non si verificano focolai epidemici".

"La bambina si è presentata presso il Pronto Soccorso nella tarda serata di sabato 7 gennaio con febbre e vomito, in assenza di segni di interessamento neurologico - precisano i sanitari - Previo trattamento farmacologico della sintomatologia e miglioramento del quadro clinico, la piccola è stata dimessa dopo circa due ore".

Intorno alle 9.30 del giorno seguente, i genitori hanno accompagnato nuovamente la bambina in pronto soccorso. "All'ingresso la piccola si presentava in gravi condizioni cliniche, tali da richiedere l'intervento del rianimatore e il ricovero in ambito intensivo - continuano i medici dell'Asst Spedali Civili - Contestualmente alla diagnosi microbiologica, come da procedura, è stata immediatamente avvisata L'Agenzia di Tutela della Salute di Brescia (Ats) per le valutazioni di competenza".

Precisano dall'ospedale: "Il caso in questione non è da confondere con le forme di meningoencefalite da meningococco delle quali si sta occupando la cronaca in questi giorni, ed alle quali si riferisce l'attività vaccinale di recente attivazione".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maltempo, il fiume Enza rompe gli argini e allaga la frazione di Brescello

Il tempo migliora, scendono i fiumi e si contano i danni. In arrivo altre due perturbazioni

Ancora qualche zona in allarme rosso. Nel weekend, però arrivano pioggia, neve a bassa quota e tanto freddo

Trenord, deraglia un treno nei pressi della stazione di Pioltello

Attraversano al passaggio a livello, travolti due anziani a Cesano Maderno

Marito e moglie di 78 e 75 anni. Le sbarre erano abbassate. Forse lui ha perso il cappello e lei si è chinata a raccoglierlo mentre arrivava il treno

Corteo del movimento di destra Forza Nuova nellle vie del quartiere EUR

Riorganizzazione fascista: perquisiti militanti di estrema destra a Varese

Lo scorso novembre il movimento Do.Ra ha commemorato con i colori della bandiera nazista per i morti dell'esercito tedesco, e non era la prima volta

Silvio Berlusconi incontra i cittadini ai gazebi di Forza Italia a Milano

Uccise un ladro a colpi di pistola: archiviata accusa di omicidio

L'episodio risale all'ottobre 2015. La vittima era un 22enne albanese. Il giudice: "È stata legittima difesa"