Venerdì 10 Marzo 2017 - 20:30

Milano, Martina Levato in sciopero della fame per il figlio

Protesta non violenta alla sentenza di adottabilità

processo a Martina Levato e Alexander Boettecher

Dal 7 marzo 2017 Martina Levato ha iniziato lo sciopero della fame, attuato come forma di protesta non violenta alla sentenza di adottabilità del figlio, emessa dalla Corte d'Appello di Milano, in data 6 marzo 2017. Lo ha fatto saper il suo legale, Laura Cossar con una nota. "Dopo aver scritto al Ministro della Giustizia ed al Sommo Pontefice - si legge nella nota - , smettere di alimentarsi resta l'unico mezzo rimasto a questa mamma, per dare voce, dal carcere, al profondo dolore del distacco dal suo bambino, conseguente alla violenta statuizione della Corte d'Appello. Martina Levato ricorrerà alla Suprema Corte di Cassazione ed alla Corte di Strasburgo, per la palese e grave violazione dei suoi diritti fondamentali di donna e di madre".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

MIlano pride 2017

Pride 2017 a Milano: 200mila per i diritti sotto il sole cocente

All'evento anche il sindaco Sala e l'assessore Majorino

Milano, accordo su riqualifica scali ferroviari

Inchiesta Expo, sindaco Sala indagato per turbativa d'asta

La Procura indaga su appalto scorporato per fornitura degli alberi

Vaccini, morto il bimbo di 6 anni malato di leucemia e ricoverato per morbillo a Monza

Bimbo malato di leucemia muore di morbillo contagiato dai fratelli

E' deceduto per complicanze polmonari e cerebrali. L'assessore Gallera: "Esempio dell'importanza dell''immunità di gregge'"

Milano, la Cassazione dice no all'ergastolo per Brega Massone: rideterminare la pena

Milano, la Cassazione annulla l'ergastolo per Brega Massone

L'ex primario del reparto di chirurgia toracica della clinica Santa Rita è stato accusato di omicidio volontario per la morte di 4 pazienti