Venerdì 10 Marzo 2017 - 20:30

Milano, Martina Levato in sciopero della fame per il figlio

Protesta non violenta alla sentenza di adottabilità

processo a Martina Levato e Alexander Boettecher

Dal 7 marzo 2017 Martina Levato ha iniziato lo sciopero della fame, attuato come forma di protesta non violenta alla sentenza di adottabilità del figlio, emessa dalla Corte d'Appello di Milano, in data 6 marzo 2017. Lo ha fatto saper il suo legale, Laura Cossar con una nota. "Dopo aver scritto al Ministro della Giustizia ed al Sommo Pontefice - si legge nella nota - , smettere di alimentarsi resta l'unico mezzo rimasto a questa mamma, per dare voce, dal carcere, al profondo dolore del distacco dal suo bambino, conseguente alla violenta statuizione della Corte d'Appello. Martina Levato ricorrerà alla Suprema Corte di Cassazione ed alla Corte di Strasburgo, per la palese e grave violazione dei suoi diritti fondamentali di donna e di madre".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Incidente stradale a Milano, ambulanza ribaltata

Sondrio, ubriaco travolge passanti in un mercatino di Natale

Tre feriti, uno grave. Si esclude si tratti di terrorismo

Milano, attesa per la Prima della Scala

Como, blitz e perquisizioni contro Skinheads: 13 indagati

Avevano fatto irruzione in alcuni centri per protestare contro l'accoglienza dei migranti

Famiglia intossicata da tallio: trovate tracce in erbe per tisana

Sono tre le persone morte per avvelenamento, cinque quelle ricoverate

Investimento bambina 4 anni

Milano, allontana nordafricani dal McDonald's: accoltellato addetto sicurezza

Oltre alla ferita alla zona lombare, il ventinovenne ha riportato la frattura di uno zigomo e una spalla lussata