Venerdì 18 Maggio 2018 - 14:30

Migranti, inseguimento polizia in Belgio: bimba uccisa da sparo

Il procuratore Bariseau, il giorno prima, aveva ipotizzato altre cause come malattie o guida pericolosa

Il governo tedesco prevede di aprire i siti di rimpatrio dei migranti

È stato uccisa "da un proiettile" la bambina di 2 anni di origine curda morta giovedì in Belgio dopo che la polizia aveva inseguito il furgone su cui viaggiava con altri migranti e aveva aperto il fuoco contro il veicolo. Lo ha fatto sapere il procuratore di Mons, Frederic Bariseau, dicendosi "prudente" sull'ipotesi che quello sparo sia stato esploso dalla polizia.

Il giorno precedente Bariseau aveva dichiarato che un'autopsia era in corso ma che la bambina "non era morta a causa della sparatoria", ipotizzando cause come malattie o guida pericolosa in cui la testa della piccola avesse sbattuto nel fianco del veicolo.

Il procuratore aveva anche precisato che a bordo del van viaggiavano 30 persone, di cui 26 adulte, tutte di origine curda. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Secondo un primo exit poll la legalizzazione dell'interruzione di gravidanza ha vinto con il 68% dei voti

Forum economico internazionale di San Pietroburgo

Macron tende la mano a Conte: "Mai date lezioni agli italiani"

Il presidente francese dice la sua sul nuovo governo

CUBA-AIR-ACCIDENT

Cuba, muore sopravvissuta a schianto aereo: salgono a 112 i morti

Un'altra dei tre sopravvissuti cubani, una donna di 23 anni, era morta lunedì