Giovedì 19 Luglio 2018 - 13:45

Migranti, il campione Nba Marc Gasol: "Ho deciso di aiutare dopo la foto di Aylan"

Il giocatiore di basket era a bordo dell'imbarcazione della Ong Open Arms che ha recuperato Josephine rimasta in mare per 48 ore. "Se ci avessero dato la posizione esatta della zattera avremmo potuto salvare anche il bambino"

SPAIN-EU-MIGRANTS

"Immagino che tutti ricordino la foto di Aylan nel 2015, il bambino di tre anni morto sugli scogli. Credo che tutti furono profondamente colpiti. Io avevo mia figlia piccola e quella foto mi turbò tantissimo, empatizzai tanto con questa situazione". È stato questo il motivo che ha spinto il campione di basket dell'Nba Marc Gasol ad unirsi alla Ong Open Arms diventando uno dei volontari protagonisti del salvataggio di Josephine, la donna camerunense sopravvissuta per 48 ore nelle acque del Mediterraneo dopo un naufragio.

"La Open Arms - ha raccontato a Sky Tg24 - ha visto la zattera semi sommersa e inizialmente sembrava ci fossero solo due corpi. Quando ci siamo avvicinati di più ci siamo resi conto che c'erano tre persone, di cui una in vita. Era Josephina, ed era viva, aggrappata ad una tavola di legno. I soccorritori hanno agito molto rapidamente, l'acqua era piena di benzina. La donna era sotto shock, l'hanno fatta salire a bordo del gommone dell'Astral e ci siamo presi cura di lei. È stato frustrante - ha aggiunto Gasol - perché c'era anche un bambino piccolo, la rabbia di vedere un bambino di due anni morto da poche ore. Se ci avessero dato la posizione esatta della zattera avremmo sicuramente potuto salvare anche il bambino".

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Funerali delle quattro giovani vittime del crollo del ponte Morandi di Genova

Crollo Genova, funerali privati per i ragazzi di Torre del Greco. Padre di Giovanni: "Mio figlio è stato ucciso"

Cerimonia nella Basilica di Santa Croce, omelia del cardinale Sepe: "Questa è violenza contro le persone"

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, lunedì consegnati 45 alloggi a sfollati. Toti: "Nessuno senza casa"

Sono quasi 600 i residenti evacuati. Sessanta sono potuti rientrare nelle proprie abitazioni. La Diocesi: accoglieremo 200 persone

Mastella vieta il transito sul ponte Morandi di Benevento

In via precauzionale il sindaco chiude ai mezzi pesanti il cavalcavia di San Nicola

Palermo, funerali di Rita Borsellino al Don Orione in via Ammiraglio Rizzo

Funerali Rita Borsellino: chiesa gremita a Palermo per l'ultimo saluto

Donne e uomini delle istituzioni, magistrati, rappresentanti delle forze dell'ordine, esponenti delle associazioni antimafia ma soprattutto tanti giovani