Venerdì 19 Maggio 2017 - 12:30

Milano, 20enne già arrestato in Tunisia, al vaglio ipotesi terrorismo

Il questore di Milano Marcello Cardona ha puntualizzato che al momento non sono emersi elementi che confermino un legame del 20enne con ambienti estremisti

Milano, 20enne già arrestato in Tunisia, al vaglio ipotesi terrorismo

 E' rientrato in Italia dalla Tunisia nel 2015 Ismail Hosni, il 20enne cittadino italiano arrestato ieri sera alla Stazione Centrale di Milano dopo aver accoltellato due militari e un agente della Polfer. Il questore di Milano Marcello Cardona ha puntualizzato che al momento non sono emersi elementi che confermino un legame del 20enne con ambienti estremisti, ma le indagini, coordinate dalla Digos, sono in corso e tutte le ipotesi sono al vaglio. Hosni era "una specie di nomade, uno dei tanti che bivaccano in Centrale", ha spiegato Cardona. Il giovane, di padre Tunisino e madre italiana, viveva in un'automobile alla periferia di Milano ed era stato già arrestato per droga nel novembre 2016 e processato per direttissima.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Visita del presidente Mattarella a  Mantova

Mantova, favori sessuali in cambio di fondi: indagato il sindaco

Mattia Palazzi, Pd, finito nell'indagine della procura, si difende: "Mai chiesto nulla a nessuno in cambio di una collaborazione con il Comune"

Amazon - Sciopero dei lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni

"Oggi il pacco è per Amazon", scioperano i dipendenti di Piacenza durante il Black Friday

La protesta dei lavoratori per chiedere un migliore trattamento economico

Ostia, aggressione a giornalista: Roberto Spada fermato e poi trasferito in carcere

Ostia, resta in carcere Roberto Spada: rigettato il ricorso della difesa

Lo scorso 7 novembre aveva aggredito il giornalista Rai durante un'intervista

Igor il Russo è ancora ricercato, cinque indagati per il favoreggiamento del killer di Budrio

Proseguono le indagini per trovare l'uomo autore di due omicidi avvenuti otto mesi fa nel Ferrarese. Sono spuntati i nomi di alcune persone che lo avrebbero aiutato durante la fuga