Domenica 12 Marzo 2017 - 16:45

Milano, Alviero Martini: La rapina? Ho rischiato molto, sono scioccato

"E' insopportabile come in questa città che era meravigliosa non si possa circolare liberamente alle 10.45 del mattino"

Milano, Alviero Martini: La rapina? Ho rischiato molto, sono scioccato

"E' insopportabile come in questa città che era meravigliosa non si possa circolare liberamente alle 10.45 del mattino". Così Alviero Martini, rapinato martedì scorso a Milano, in collegamento con 'Domenica Live' su Canale 5. "E' successo martedì mattina - ha aggiunto - ero uscito di casa al mattino e stavo portando 20 orologi dall'orologiaio per aggiustare delle maglie. In via Fabio Filzi, sono stato fermato da tre ragazzi e uno, puntandomi un coltellino con una lama di 8 centimetri, mi ha detto di dargli i soldi. Gli ho dato due banconote da 50 euro. Sono caduto andando all'indietro e con il coltello mi hanno tagliato un braccialetto che avevo al polso: potevano tagliarmi le vene e i tendini. Ero scioccato".

E ancora: "Sono andato al pronto soccorso per farmi visitare. Avevo il ginocchio e il polso malmesso. Lì ho avuto un crollo fisico. Con il mio manager poi siamo andati in Questura. Ammiro le forze dell'ordine, mi hanno fatto tante domande per provare a ricostruire la scena. Ho capito chiaramente che erano ragazzi dell'Est". "Non si è accorto niente di nessuno. E' uno schifo questa situazione. Al sindaco Sala non posso altro che dire che non è colpa sua", ha concluso Martini.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cosenza, caporalato a danno di rifugiati: pagati in base a colore pelle

Gli ospiti del centro accoglienza portati a lavorare nei campi per 10 euro in meno rispetto ai "colleghi" bianchi

Papa Francesco celebra la Santa Messa di Pasqua - Urbi et Orbi in Piazza San Pietro

Vaticano, gendarmeria allontana clochard per "decoro pubblico"

Fatti spostare dai bivacchi. Ma potranno ancora dormire nel colonnato del Bernini

Nicolina si poteva salvare. La madre aveva denunciato l'omicida

La tragedia di Ischitella. La donna aveva presentato diversi esposti, ma nulla era successo. Il ministro Orlando annuncia verifiche