Giovedì 28 Settembre 2017 - 19:00

Milano, fermato l'aggressore di una 14enne: alle spalle 20 violenze

Aveva già scontato 8 anni di carcere

Nuova operazione dei Carabinieri a Zingonia, nei palazzi dello spaccio e del traffico di armi

Il pm di Milano Gianluca Prisco e gli agenti della Squadra Mobile di Milano lo avevano già individuato, quando lui si è presentato in Procura con il suo avvocato e si è costituito. È stato un 40enne italiano a aggredire ieri pomeriggio una ragazzina di quasi 14 anni che stava tornando a casa da scuola.

L'uomo ha seguito l'adolescente fin dentro il condominio dove abita, in zona Gambara a Milano. L'ha afferrata e l'ha obbligato a seguirlo nelle cantine del palazzo, dove le ha usato violenza. L'uomo ha una lunga lista di precedenti alle spalle per venti casi di violenza commessi a Genova, dove fino al 2006 lavorava come barman per una società che si occupa di catering per eventi. Episodi per i quali il 40enne è stato condannato in primo grado a 14 anni, che si sono ridotti a 12 in appello.

Dopo aver scontato 8 anni di carcere, è uscito nel 2014 e da quel momento di lui si sono perse le tracce. "È un criminale seriale - ha sottolineato il capo della Squadra Mobile Lorenzo Bucossi - e in queste ore siamo al lavoro per ricostruire i suoi movimenti e capire se abbia usato violenza anche a altre donne".

Determinante per individuare l'uomo è stata la descrizione dettagliata della sua giovane vittima, che agli agenti ha raccontato che il suo aggressore indossava un tutore. I poliziotti, analizzando le telecamere di sorveglianza della zona vicina alla fermata della metropolitana Gambara, i filmati della stazione e dei treni, hanno seguito il 40enne fino a piazzale Segesta. E proprio analizzando tutte le tessere della metropolitana registrate nel momento in cui l'uomo usciva, è stato possibile risalire al suo nome. Per trovarlo, sono intervenuti circa 250 uomini che in mattinata hanno bussato a tutte le porte del palazzo dove abita il quarantenne.

A quel punto l'uomo si è costituito e ha confessato. Adesso gli investigatori sono al lavoro per capire se l'ex barman, che agiva sempre nello stesso modo, abbia abusato anche di altre giovani vittime che finora non lo hanno denunciato.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Infortunio sul lavoro a Palazzo Reale

Milano, cade dalla scala a Palazzo Reale: muore assistente del pittore Bonalumi

Stava lavorando all'allestimento della mostra quando ha perso l'equilibrio ed è precipitato da circa quattro metri d'altezza

Niccolò Bettarini esce dall'ospedale: "Gli amici mi hanno salvato"

Il figlio di Simona Ventura sta meglio e può tornare a casa dopo l'aggressione davanti alla discoteca milanese "Old Fashion"

Milano, il figlio di Simona Ventura, Niccolò Bettarini, accoltellato fuori alla discoteca Old Fashion

Aggressione Bettarini, il gip: "Gli amici lo hanno salvato dalla morte"

Convalidato il fermo dei 4 indagati, che restano in carcere con l'accusa di tentato omicidio

Niccolò Bettarini accoltellato a Milano: i fermati non rispondono al gip

Il legale di uno dei giovani ora in carcere: "Non sapeva che il ragazzo picchiato fosse il figlio di Bettarini. Vuole chiedere scusa"