Venerdì 19 Maggio 2017 - 11:30

Milano, l'aggressore della stazione era un lupo solitario

Abitava in un furgone in zona Quarto Oggiaro

Milano, l'aggressore della stazione era un lupo solitario

 Era un lupo solitario e si sentiva abbandonato dalla società il 20enne italo tunisino che ieri notte ha accoltellato un agente della Polfer e due soldati dell'Esercito che ieri notte erano di pattuglia in stazione Centrale a Milano. Abitava in un furgone in zona Quarto Oggiaro  e aveva alle spalle diversi precedenti per droga. Anche i legami con la madre, originaria di Foggia, e il padre che è di origine tunisina, da tempo si sono allentanti. La sua storia personale in queste ore è sotto la lente del pool anti terrorismo della Procura di Milano e della Digos del capoluogo lombardo per verificare se il 20enne avesse qualche legame con il mondo del terrorismo islamico oppure se il suo gesto sia semplicemente dovuto a un momento di disperazione.

Ieri sera il ragazzo si trovava in atazione Centrale intorno alle 20 e quando la pattuglia gli ha chiesto i documenti ha estratto dalle tasche della sua giacca un coltello da cucina e ha iniziato a menare fendenti. L'agente della Polfer e i due militari sono rimasti fortunatamente in maniera lieve. Tutti e tre sono stati subito soccorsi e traspirati all'ospedale Sacco e al Fatebenefratelli.

Il tutto è successo a poche ore dalla firma in prefettura del protocollo per l'accoglienza dei migranti  con il ministro Marco Minniti e i sindaci dell'area metropolitana di Milano. Prevedibile la reazione della Lega, ma è quella del governatore della Lombardia, Roberto Maroni, la più netta. Il governatore del Carroccio chiede, infatti, su Twitter che venga annullata la marcia per i migranti del 20 maggio, evento molto atteso che richiamerà a Milano - si stima - circa diecimila persone.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, pescatori siciliani premiati da Ue: "Salvare vite è in nostro dna"

Giovanni Tumbiolo riceverà, come rappresentante dei pescatori di Mazara del Vallo, il premio Cittadino Europeo 2017, per l'impegno nel salvataggio dei migranti nel Mar Mediterraneo

Violenza ostetrica, 21% mamme subisce traumi durante parto

Una ricerca della Doxa per conto dell'Osservatorio sulla Violenza Ostetrica. Fattori fisici o psicologici che generano pesanti strascichi. Il problema dell'episiotomia

Bari, ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore

Bari, ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore

E' deceduta per ipotermia maligna. Indaga la procura

Nuova operazione dei Carabinieri a Zingonia, nei palazzi dello spaccio e del traffico di armi

Foggia, spara al volto alla figlia 15enne della ex e si uccide: la ragazza è gravissima

È successo a Ischitella, in pieno centro del paese. La mamma della giovane su Fb: "Spero che ti ammazzi bastardo lurido"