Giovedì 01 Marzo 2018 - 13:30

Milano, madre e figlia assumono barbiturici: 90enne muore, grave 56enne

È stata la 56enne, con problemi psichici e già in cura in un centro diurno, a chiamare il 118

Piazza Vittorio, Carabinieri sul luogo dove una donna è stata violentata nella notte

Una donna di 90 anni è morta e la figlia di 56 è in gravi condizioni al San Raffaele di Milano dopo aver ingerito una dose massiccia di barbiturici. È successo in un'appartamento di via Grigna 8, tra viale Certosa e il ponte della Ghisolfa. È stata la 56enne, con problemi psichici e già in cura in un centro diurno, a chiamare il 118, raccontando di aver tentato il suicidio assieme alla madre, anche lei seguita da specialisti. Per la madre non c'è stato niente da fare: all'arrivo dell'ambulanza era già morta. Sul posto sono intervenute le Volanti della polizia di Stato e la Scientifica per i rilievi. La 56enne è stata portata in codice rosso al San Raffaele, e la prognosi è riservata.

Nel 2016, sempre in via Grigna, i carabinieri trovarono il cadavere di Natalina Carnelli, 82 anni, e in fin di vita la figlia Silvia Pasotto di 60, poi condannata in corte d'Assise a 4 anni per aiuto al suicidio. In quel caso le due donne avevano assunto un mix di alcol e farmaci, letale per l'anziana.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ambulanze a Milano

Milano, bimba di 7 mesi muore dopo aver ingerito un tappo, aperta indagine

Da accertare eventuali negligenze da parte dei genitori, che erano a casa con la piccola quando si è sentita male

\'Ndrangheta: maxi sequestro di beni in Lombardia e Calabria

"Infastidiva la mia donna", confessa il killer del senegalese ucciso a Milano

L'omicidio sabato sera: l'uomo freddato in strada con dieci colpi di pistola

Omicidio a Milano: Via Pezzotti 50 vicino al locale B52

Milano, ucciso con dieci colpi di pistola: muore senegalese

L'agguato nella notte in via delle Querce a Corsico. La vittima aveva 54 anni: raggiunto da sei proiettili alla testa

"Hai bocciato mio figlio, ti uccido": denunciato per aver minacciato di morte una professoressa

Il padre del 16enne ha telefonato all'insegnate dell'istituto professionale di Gorgonzola, per lui responsabile della mancata promozione del giovane