Domenica 05 Novembre 2017 - 09:00

Molestie, l'attrice Julianna Margulies accusa Weinstein e Seagal

Si allunga la lista delle accusatrici del produttore

L'attrice americana Julianna Margulies si unisce alla lista di donne che accusano il produttore Harvey Weinstein di molestie. Ma nel suo racconto al programma 'Jus Jenny' della Sirius XM la protagonista della fortunata serie 'The good wife' punta il dito anche contro un collega: Steven Seagal.

Come riporta Fox News, Margulies, ha affermato che entrambi hanno cercato di molestarla quando era all'inizio della sua carriera dopo essere stata portata nelle rispettive camere d'albergo dalle loro assistenti donne, apparentemente per motivi di lavoro. Invece, "queste donne mi avevano portato nella tana del lupo".

Il caso Weinstin risale invece al 1996, quando Margulies stava girando la terza stagione del medical drama. L'attrice precisa di aver accettato un incontro con il produttore americano, in una stanza di hotel, per ottenere una parte solo su garanzia da parte della collaboratrice che non sarebbe stata sola con lui. Weinstein "aprì la porta in accappatoio. Potevo vedere dietro di lui candele e una tavola apparecchiata per due. L'ho visto fissare l'assistente furioso, e poi me, ancora più furioso. E mi sbattè la porta in faccia". Margulies, come prevedibile, non ottenne quella parte.

IL PRODUTTORE RISCHIA L'ARRESTO. Anche Paz De la Huerta, ex stella della serie tv 'Boardwalk Empire', ha raccontato di essere stata stuprata dal produttore americano due volte nel 2010. Ma il suo caso, successivo al 2006, non è prescritto. Il detective, che si sta occupando della vicenda, sostiene che la testimonianza dell'attrice, insieme a quella di altre donne, sarebbe sufficiente per procedere all'arresto del produttore. Lui però continua a negare tutto

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cinema, nasce categoria film "non adatti ai minori di 6 anni"

Nuove tutele per i più piccoli: anche le pubblicità in sala dovranno adattarsi

FILE PHOTO: John Lasseter Chief Creative Officer of Walt Disney and Pixar Animation Studios during the North American International Auto Show in Detroit

Molestie, il capo della Pixar John Lasseter lascia per sei mesi: "Chiedo scusa"

Due collaboratori a "Toy Story 4" avrebbero lasciato il progetto dopo una serie di avances non gradite

Premiere di "The Promise" a Los Angeles

Molestie, una fan accusa Stallone ma lui nega: "Storia ridicola e falsa"

La donna ha dichiarato che, nel 1986, l'attore la costrinse ad avere un rapporto sessuale a tre

Molestie, accuse a Sylvester Stallone: fan 16enne costretta a rapporto a tre

La violenza - riporta il Daily Mail - sarebbe avvenuta in un albergo di Las Vegas nel 1986, quando l'attore lavorava ad 'Over the Top'