Sabato 15 Luglio 2017 - 16:00

Morta Mirzakhani, prima donna a ricevere 'Nobel matematica'

La scienziata, 40 anni, soffriva di un tumore al seno

Morta Maryam Mirzakhani, prima donna a ricevere 'Nobel matematica' - Foto tratta dal profilo Instagram di Firouz Naderi

E' morta negli Stati Uniti a 40 anni Maryam Mirzakhani, la prima donna insignita della prestigiosa medaglia Fields per la matematica. La scienziata soffriva di un tumore al seno, che si era diffuso alle ossa. Mirzakhani aveva ottenuto nel 2014 il premio, soprannominato 'Nobel della matematica' e consegnato ogni quattro anni a matematici under-40. Le era stato conferito per le sue ricerche su geometria complessa e superfici iperboliche. A dare la notizia della morte sono stati i familiari e amici della matematica, tra cui lo scienziato della Nasa Firouz Naderi, che ha scritto su Instagram: "Una luce si è spenta oggi, mi spezza il cuore".

 

 

A genius? Yes. But also a daughter, a mother and a wife.

Un post condiviso da Firouz Naderi (@firouz_michael_naderi) in data:

 

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima del film Suburbicon a Los Angeles

Clooney donano 500mila dollari per la manifestazione contro le armi

L'attore e la moglie aiutano a finanziare il corteo del 24 marzo a Washington, organizzato dopo la sparatoria nel college in Florida in cui sono morte 17 persone

Trump parla alla Nazione dopo la sparatoria in Florida

La Cnn contro Trump: "Golf e Twitter durante funerali in Florida"

Il duro editoriale dell'anchorman Anderson Cooper: "Due famiglie hanno seppellito i loro figli. Nessuna menzione nei suoi tweet"

Corea oltre le Olimpiadi, viaggio al confine tra Nord e Sud: "Ripartiamo dalla bandiera unita"

Nella zona demilitarizzata si respira ibisco e tensione, tra chi vorrebbe l'unità e chi ne ha paura

Siria, raid del regime nel Ghouta

Siria, strage civili a Ghouta Est. Ad Afrin entrano filo Assad e Turchia spara

Gli appelli delle organizzazioni internazionali per porre fine alle violenze