Venerdì 08 Settembre 2017 - 12:45

Morto Pierre Bergé, ex compagno di Yves Saint Laurent

Il cofondatore del marchio è scomparso a 86 anni dopo una lunga malattia

Morto Bergé, ex compagno di Yves Saint Laurent e cofondatore del marchio

Il cofondatore della casa di moda Yves Saint Laurent, Pierre Bergé, è morto all'età di 86 anni dopo una lunga malattia. Lo ha riferito la sua fondazione. Bergé era il compagno dello stilista Yves Saint Laurent, con il quale aveva fondato il marchio nel 1961. L'uomo d'affari transalpino è morto nella sua casa di Saint-Remy-de-Provence, nel sud della Francia. Berge, che ha gestito la casa di moda Yves Saint Laurent fino al 2002, è stato un appassionato collezionista d'arte e amante dell'opera. Il presidente socialista, François Mitterand, lo incaricò di dirigere la nuova Bastille Opera di Parigi nel 1988.

"Pierre Bergé era un vero principe delle arti e della cultura", ha dichiarato l'ex ministro della cultura Jack Lang. Nel 1994, Bergé, a lungo attivista per i diritti dei gay, creò Sidaction, un'organizzazione per la raccolta di fondi per la ricerca contro l'Aids.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Gala omaggio della AFI al 46esimo premio alla vita di George Clooney

Migranti, da George e Amal Clooney 100mila dollari per i bimbi separati dalle famiglie

Sempre più celebrità si schierano contro la politica della 'tolleranza zero' di Trump

Messico-Usa, la "Viacrucis Migrante"

Migranti, Trump: "Firmato decreto per tenere famiglie unite"

La decisione dopo le polemiche sui bimbi separati dai genitori fermati per essere entrati illegalmente negli Stati Uniti

I Cardinali elettori

Usa, il cardinal Mc Carrick colpevole di abusi su minore

L'arcivescovo emerito di Washington accusato per un fatto di 50 anni fa. Gli inquirenti hanno ritenuto credibile la denuncia. Lui: "Non ricordo, ma accetto la sentenza"

Flusso di migranti al confine fra Ungheria e Austria

L'Ungheria approva la legge 'Stop-Soros': carcere a chi aiuta i migranti

Il pacchetto prende il nome dal miliardario Usa George Soros, accusato da Orban di orchestrare l'immigrazione in Europa