Lunedì 13 Novembre 2017 - 13:45

Musei italiani sempre pieni nel 2017. Verso i 50 milioni di visitatori

Dal Colosseo agli Uffizi, da Pompei alla Reggia di Caserta, continua l'incremento di pubblico e di incassi

Dopo l'anno record del 2016, con 45,5 milioni di visitatori e circa 175 milioni di euro di incassi, il 2017 conferma un trend di crescita dei musei statali italiani significativo: tra gennaio e settembre i visitatori sono cresciuti del + 9,4%, mentre gli introiti sono aumentati del + 13,5%. Queste le regioni più virtuose in termini di visitatori e incassi: Liguria (rispettivamente +22,7% e +8,4%), Puglia (+18,3% e +13,5%), Veneto (+20% e + 73,7%), Friuli Venezia Giulia (+13,7% e + 19,2%), Toscana (+10,5% e +1 4,9%) e Campania (+10,8% e +13,9%).

Capitolo a parte i 30 musei autonomi: registrano un incremento del numero di visitatori di +11% e un aumento degli incassi di +14,5%. Questa tendenza fa prefigurare il possibile raggiungimento di un altro record per il 2017: 50 milioni di visitatori.

I musei e i parchi archeologici -  Il gradimento nei confronti del sistema museale nazionale è ancora più marcato se si considerano i nuovi istituti autonomi. Il focus sui primi venti musei e Parchi Archeologici del Colosseo e di Pompei evidenzia una crescita ancora più forte nel confronto tra i primi 9 mesi del 2017 e l'analogo periodo del 2016 : i visitatori aumentano dell'11% e gli introiti del 14 ,5 %. Gli istituti più performanti sono la Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma (+8 4 % visitatori e +182% introiti), le Gallerie dell'Accademia di Venezia (+83,2% visitatori e + 205,8% introiti), seguiti dal Museo di Capodimonte (+55% visitatori e +29,8% introiti) dalla Reggia di Caserta (+23,3 % visitatori e + 27% introiti), dai Musei Reali di Torino (+ 20,5 % visitatori e + 13,3 % introiti) e dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli (+19,9 % visitatori e + 73 % introiti ). Nel 2017 i grandi attrattori mantengono uno sviluppo costante: è il caso del Colosseo (+10,2 % visitatori e +9,3% introiti), delle Gallerie degli Uffizi (+14,6 % e + 15,1 %), della Galleria dell'Accademia di Firenze (+11,3% e +11,8 %) e della Pinacoteca di Brera (+12,7 % e +16,6%).

Gli emergenti -  Tra gli aumenti più marcati figurano diverse realtà rilanciate dalle nuove direzioni autonome e interessate da crescite sostenute dei flussi del turismo culturale come il Museo Nazionale di Reggio Calabria, passato da 11.522 a 210.598 visitatori grazie alla apertura del nuovo museo e al nuovo allestimento dei Bronzi di Riace; il Museo Archeologico Nazionale di Taranto (+203%), il Museo di Capodimonte (+64,6%), la Reggia di Caserta (+55,3%), il Parco Archeologico di Paestum (+47,5%), il Museo Archeologico Nazionale di Napoli (+46,7) e il Parco archeologico di Pompei (+37,1%). Allo sviluppo degli istituti della cultura del sud, corrispondono percentuali importanti anche al nord Italia : al Palazzo Reale d i Genova (+ 50,3%), alla Pinacoteca di Brera (+37,5%) e ai Musei Reali di Torino (+29,1%).

Il nuovo regolamento del Piano Tariffario dei musei e delle aree archeologiche introdotto nel 2015 - che di fatto rende equa la gratuità senza distinzione per fasce di età la prima domenica del mese e la mantiene invece per i minori di 18 anni, gli studenti universitari e di alcune categorie come gli insegnati - ha comportato un incremento degli introiti del quale è esemplare la rilevazione dei 20 istituti autonomi: tra questi merita citare, accanto ai grandi attrattori come Colosseo (+11,6%), Pompei (+34,1%) e Uffizi (+23,5%), nuovamente il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto (+492,6%), la Reggia di Caserta (+133,7 %), il Parco archeologico di Paestum (+103%), ma anche le Gallerie Estensi (+371,8%), il Museo di Capodimonte (+101,5%), la Galleria Nazionale delle Marche (+90,8%) e la Galleria Nazionale dell'Umbria (+82,4%).

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

All'Off Topic di Torino la proiezione di '78 Vai piano ma vinci' di Alice Filippi

Appuntamento mercoledì 20 giugno in via Pallavicino 35: alle 20 l'intervista alla regista, dalle 21.30 la visione del film

'Il volto, riflesso dell’anima': gli scatti di Damiano Andreotti all'Off Topic di Torino

I lavori del fotografo di fama internazionale in mostra fino al 9 giugno nel nuovo hub culturale di via Pallavicino 35

'Attila' apre la stagione 2018-2019 della Scala. A luglio arriva Woody Allen

Si parte il 7 dicembre - anche quest'anno in diretta su Rai1 - con un calendario ricco di capolavori italiani e non

Trent'anni senza: la mostra omaggio ad Andrea Pazienza

Una intensa esposizione di opere originali che celebra uno dei più eclettici e geniali autori italiani di tutti i tempi