Venerdì 13 Aprile 2018 - 10:30

Napoli, picchia la compagna incinta: lei perde il bambino

Il 44enne è accusato di maltrattamenti in famiglia e procurato aborto

Continuano le operazioni di spegnimento dell'incendio all'azienda Rykem di San Donato

Picchia la compagna incinta e il feto nella sua pancia muore. È accaduto ieri sera a Procida, in provincia di Napoli. La donna chiama il 112 e racconta di essere stata picchiata dopo una lite dal compagno. La 37enne, che ha riportato anche varie contusioni, è stata portata in ospedale nella località campana e ha perso il feto di circa 20 settimane.

Dopo le prime ricostruzioni fatte dai carabinieri anche con la collaborazione della donna, che si è sfogata e ha raccontato di aver subito violenze anche nei giorni precedenti, i militari dell'Arma hanno arrestato il 44enne con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e procurato aborto. L'uomo si trova nel carcere di Poggioreale.

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manifestazione "no al debito ingiusto" a Napoli

Sottomarino Usa usato in Siria era a Napoli. De Magistris: "Mai più"

Il sindaco: "La nostra è una città denuclearizzata"

Napoli, Arturo accoltellato da baby gang: preso un altro 15enne

Il 17enne era stato aggredito in via Foria il 18 dicembre scorso

Terzigno, donna uccisa davanti alla scuola elementare

Terzigno, si è suicidato il marito di Immacolata Villani, uccisa davanti a scuola

Pasquale Vitiello si sarebbe sparato un colpo di pistola con la stessa arma usata per l'omicidio della moglie

Napoli, crolla muro perimetrale del convento di San Paolo Maggiore

Napoli, crolla solaio in ex monastero: soccorsi 5 operai, 2 in ospedale

L'area è stata posta sotto sequestro e un'indagine è stata aperta per capire i motivi del crollo e se gli operai stessero lavorando in condizioni di sicurezza