Martedì 27 Marzo 2018 - 12:15

Nasce 'Torino 2026', l'associazione che valuterà la candidatura alle Olimpiadi

Via libera dalla Giunta comunale

Conferenza Stampa Innovation Square Centrer

Via libera questa mattina dalla Giunta comunale di Torino a un provvedimento che autorizza l'avvio delle procedure per la costituzione dell'associazione 'Torino 2026': un soggetto, senza fini di lucro, che avrà il compito di curare le attività di studio, analisi e ricerca necessarie per valutare le condizioni di fattibilità dell'eventuale candidatura di Torino ad ospitare i Giochi olimpici invernali in programma tra otto anni. Ci sarà un successivo passaggio di approvazione, necessario per il rispetto del cronoprogramma previsto dalle norme olimpiche internazionali, da parte del Consiglio Comunale.

"Attraverso il lavoro dell'associazione Torino 2026 - spiega la sindaca Chiara Appendino - verificheremo se l'evento olimpico potrà concretamente - attraverso un modello organizzativo che abbia come linee guida vincolanti quelle del riuso e del recupero delle strutture già esistenti, della salvaguardia dell'ambiente e di una oculata gestione delle risorse economiche - generare valore durevole per tutti i territori coinvolti".

La Città di Torino aveva formalmente comunicato al Coni, lo scorso 7 marzo, il proprio interesse a partecipare al dialogo finalizzato alla promozione della candidatura del capoluogo piemontese all'edizione 2026 dei Giochi invernali.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Svolta a Torino, Appendino registra all'anagrafe il figlio di due madri

E' la prima volta che accade in Italia. Chiara Foglietta: "Scritta pagina importante della storia"

Presentazione 'Progetto e-Mobility Iren'

Torino, svolta Appendino: "Pronti a riconoscere coppie gay e loro figli"

L'annuncio dopo il caso dell'anagrafe che non ha registrato il bimbo nato con due madri

Addio a Luca Lunardi, proprietario dello storico Pick-Up a Torino

Era malato da tempo. Lascia la moglie Alina e due figli piccolissimi, Adelaide di sei anni e Pietro di tre

La polizia di Frontiera Francese continua i controlli alla stazione di Bardonecchia

Bardonecchia, il pm di Torino procede contro cinque doganieri francesi

Sono indagati per violazione di domicilio e perquisizione illegale. Spataro: "Non avevano diritto di fare il blitz"