Sabato 21 Luglio 2018 - 22:00

'Ndrangheta, agguato nel Reggino: ucciso un uomo, ferito grave bambino

I killer hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca. Grave il bimbo di 10 anni che era con lui

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

Un uomo di 39 anni è stato ucciso a colpi di fucile in un agguato a Seminara, in provincia di Reggio Calabria. La vittima è Giuseppe Fabio Gioffrè, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca di 'ndrangheta. Nell'agguato è rimasto ferito un bambino di 10 anni che si trovava con lui: di nazionalità bulgara, è ricoverato in ospedale a Reggio Calabria e le sue condizioni sono gravi.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri di Reggio Calabria, che indagano sul caso, i killer, che sarebbero due, hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, in località Venere. Gli assassini si sarebbero poi allontanati a piedi nei campi. 

Recentemente Gioffè, figlio di Cecè 'u 'ndolo' era stato denunciato perchè nella sua proprietà erano state trovate armi clandestine. Tra il 2006 e il 2009 il clan Gioffrè è stato dilaniato da una faida interna alla famiglia che per decenni ha monopolizzato il controllo del territorio di Seminara.

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Crollo ponte Genova, Coltorti: "Investire su controllo e rinnovo"

Il geologo che avrebbe dovuto avere il Mit in un governo solo M5s analizza la tragedia sul Morandi

Antimafia, commemorazione del giudice Paolo Borsellino alla biblioteca comunale

Morta Rita Borsellino, sorella di Paolo, magistrato ucciso dalla mafia

L'europarlamentare si è spenta a 73 anni a Palermo dopo una lunga malattia

Tanti giovani, tante storie spezzate sul ponte crollato

I ragazzi di Torre del Greco, i tre francesi in Italia per un Teknival. I fidanzati che partivano per le vacanze e tanti che andavano al lavoro

Genova, crolla ponte sull’A10

Crollo ponte Morandi, viabilità modificata in Liguria: vie alternative

I milioni di veicoli che ogni anno vi transitavano dovranno utilizzare altri itinerari, appesantendo la rete autostradale