Martedì 28 Marzo 2017 - 18:45

No Tav, Cassazione rigetta ricorso: A Chiomonte non fu terrorismo

Respinto il ricorso della Procura di Torino

No Tav, Cassazione rigetta ricorso: A Chiomonte non fu terrorismo

La Cassazione, per la terza volta, ha rigettato il ricorso della procura di Torino sull'attacco No Tav al cantiere di Chiomonte nel maggio 2013, non ritenendo dunque che ci sia stata motivazione terroristica. Lo conferma l'avvocato degli attivisti. L'accusa era rivolta in particolare a quattro attivisti Claudio Alberti, Niccolò Blasi, Mattia Zanotti e Chiara Zenobi, che avevano lanciato molotov contro il cantiere e che sono stati condannati a tre anni e sei mesi per altri reati.
"Il connotato terroristico non c'era - commenta con LaPresse Alberto Perino, leader storico dei No Tav -. E' solo il tribunale di Torino che insiste sulla questione e francamente non se ne capisce il motivo. Si fanno del male da soli".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Secondo gli investigatori, Biagio Lomolino era a capo di un giro di prostituzione dei trans sudamericane nel capoluogo lombardo

Processo Talluto, la pm chiede l'ergastolo per 'l'untore dell'hiv'

Il 32enne sieropositivo è accusato di epidemia dolosa e lesioni gravissime, per aver contagiato in dieci anni decine di partner con rapporti non protetti

Gasolio rubato in Libia e rivenduto in Italia ed Europa: sei arresti a Catania VIDEO

La merce veniva sottratta dalla raffineria di Zawyia, trasportata via mare in Sicilia e successivamente immessa nel mercato

Nubi e foschia, il meteo del 18 e del 19 ottobre

Temperature stabili ma arriva la prima nebbia: le previsioni di oggi e domani in Italia