Mercoledì 08 Agosto 2018 - 12:00

Europei di nuoto, argenti per Paltrinieri e Scozzoli e Cusinato. Bronzo a Restivo

Bella prova e terzo posto per il dorsista nei 200. Grande (e seconda) la mistista nei 200. Tuffi anche Bkti seconda. Terzo posto per la Bruni nella prima gara in acque libere (5 km). Quinto posto per Federica Pellegrini nei 100 stile libero. Grandi, nelle semfinali, Federica Panziera e Andrea Vergani

Campionati Europei Len di nuoto

E' argento per Gregorio Paltrinieri negli 800 stile libero. L'azzurro (ancora parzialmente debilitato dall'influenza) è stato battuto dall'ucraino Mykhaylo  Romanchiuk che ha chiuso in 7'42"96. L'azzurro ha nuotato in 7'45"12. Terzo l'oro dei 1500, il tedesco Florian Wellbrock in 7'45"60. Sesto posto per l'altro azzurro, Domenico Acerenza in 7'51"64. Gara molto combatuta con Paltrinieri sempre in primo piano: prima a inseguire il danese Christiansen. Poi è risalito Romanchiuk e si è fatto vivo Wellbrock. Verso i 550 metri, a un certo punto, Gregorio è stato quarto, ma si è ripreso bene e si è aggrappato all'ucraino dando la sensazione di poterlo agganciare. Ma Romanchiuk ha messo le gambe e gli è andato via facilmente.

Ed ecco le prime parole di Gregorio Paltrinieri dopo la gara. Il ragazzo, come sempre, è sincero: "Sono contento, più di così non potevo fare. Ho dato tutto ma quest'anno mi hanno sverniciato. Ho fatto del mio meglio, la condizione non era al massimo. Me la sono giocata quasi ad armi pari ma lui è stato più veloce di me. Sono abbastanza contento, a Tokyo mancano ancora due anni".

50 rana uomini - Solo il mostruoso Adam Peaty riesce a stare davanti a un redivivo e straordinario Fabio Scozzoli nella gara sprint a rana. L'inglese ha chiuso in 26"09. L'azzurro è secondo in 26"74. Terzo lo sloveno Peter Stevens in 27"06.

200 misti donne - Ilaria Cusinato, questa volta, arriva vicinissima all'oro. Katinka Hosszu vince in 2'10"17, ma l'azzurra (autrice di una strepitosa frazione a rana) le resta dietro di appena otto centrsimi (2'10"25). Terzo posto per la svizzera Maria Ugulkova (2'10"83).

200 dorso uomini - Grande gara di Matteo Restivo che sale sul podio dei 200 dorso con un terzo posto in 1'56"29, battuto solo dal russo Evgeny Rylov 1'53"36 e dal polacco Radoslaw Kawecki in 1'56"07. Solo settimo Luca Mencarini in 1'57"71. Restivo, 23 anni di baffi e simpatia dedica la medaglia al suo allenatore Paolo Palchetti: "Un maestro di vita. Mi insegna a nuotare e a studiare medicina" dice, commuovendosi un po'.

4x100 stile libero mista - Quarto posto per la staffetta veloce uomini e donne. Alessandro Miressi nuota in 47"38 ed è il più veloce di tutti in acqua. Ma non basta perché Luca Dotto va un po' troppo piano (49"23). Giada Galizi fa quello che può e Federica Pellegrini arriva a poco dal podio. Ma ci si deve accontentare.

100 stile libero donne - Federica Pellegrini è quinta (e soddisfatta) nella finale della gara regina dello stile libero. Trionfa la straordinaria svedese Sarah Sjoestroem in 52"93. Argento per l'olandese Femke Heemerskerk (53"23), bronzo per la francese Charlotte Bonnet (53"35). Federica ha chiuso in 54"04 dietro all'inglese Freya Anderson (53" 61).

"Era la mia prima finale sui 100 - il commento della Pellegrini  - ho avuto un problema con il costume, ma sono molto contenta".

200 dorso donne, semifinale - Grande Margherita Panziera che vince la sua semifinale in 2'07"27 (miglior tempo assoluto) lasciando a una certa distanza l'ungherese Katalin Burian (2'07"65) e la russa Daria Ustinova (2'08"19).

50 stile libero maschile - Pazzesco l'azzurro Andrea Vergani. Trionfa nella seconda semifinale in 21"37, nuovo primato italiano. Mostruoso, nella prima, l'inglese Benjamin Proud: 21"11 (a 20 centesimi dal mondiale "gommato" di Cielo del 2009). Terzo tempo per il russo Morozov (21"44). Vergani, adesso, punta deciso al podio. Eliminato Luca Dotto (22"06), decimo tempo. Ed ecco l'azzurro: "Bella gara, bel record. Sono in forma. Oggi contava anche il tempo. Domani solo il piazzamento. Si può sperare in una medaglia".

50 farfalla donne  - Fuori dalla finale entrambe le azzurre. Ilaria Bianchi è dodicesima (26"43), Elena Di Liddo è decima (26"36). Domina, come sempre la svedese Sarah Sjoestrem (25"51).

100 farfalla uomini - Piero Codia strappa l'ultimo biglietto utile per la finale. E' quinto nella sua semifinale (52"02), peggio di questa mattina e cedendo un po' nel finale. Il miglior tempo è del grande Laszlo Cseh in 51"65. Fuori l'altro azzurro Matteo Rivolta che crolla in 53"62 (sedicesimo tempo).

50 rana donne - Arianna Castiglioni e Martina Carraro (30"40 e 30"70) vanno insieme nella finale di domani. Lontana la Efimova (29"66), ma Arianna può fare un pensiero al podio.

Tuffi - Noemi Batki ha vinto la medaglia d'argento nella piattaforma 10 metri agli Europei di tuffi a Glasgow. L'azzurra ha ottenuto un punteggio di 315.00. Medaglia d'oro per l'olandese Celine Maria Van Duijn con 319.10. Bronzo alla tedesca Maria Kurjo con 30.8.15

.

"Eccola qui - sorride felice Noemi Batki - dopo due anni di duro lavoro l'abbiamo riconquistata. E' un argento che vale oro e speriamo che sia il primo passo di un perscorso lungo". "Sono sicura che domani mi sveglio e mi rendo conto di quello che è accaduto - continua Batki - oggi ho pensato a saltare e basta. Mi sento rinata. Nelle gare non riuscivo più a rendere come prima e ho capito che forse mi serviva un cambiamento. Questa medaglia non è un punto di arrivo ma rappresenta il punto di partenza; un nuovo inizio per poter credere in qualcosa di grande. Tra le medaglie che ho vinto quella d'argento agli Euopei del 2010 in casa a Budapest resta la più bella ma questa di Edimburgo viene subito dopo".

Elena Bertocchi e Maicol Verzotto, invece, scendono dal podio europeo. I campioni di Kiev 2017 sono settimi e "mal pagati" nella finale del trampolino da tre sincro mixed. Per la coppia italiana 268.05 punti. Vincono i tedeschi Lou Massenberg e Tina Punzel con 313.50, seguiti dai britannici Ross Haslam e Grace Reid (oro a Londra 2016 e argento a Budapest 2017 in coppia con Thomas Daley) che si fermano a 308.67 e dagli ucraini Viktoriya Kesar e Stanislav Oliferchyk (argento a Kiev 2017 alle spalle degli azzurri) con 291.81.

Nuoto in acque libere - Bronzo per  Rachele Bruni nella 5 km in acque libere. L'azzurra è arrivata alle spalle dell'olandese Sharon Van Rouwendaal e della tedesca Leonie Antonia Beck, rispettivamente medaglia d'oro e argento. Per quanto riguarda le altre italiane, Arianna Bridi si è piazzata quarta e Martina De Memme settima.

Esulta Rachele Bruni al traguardo che le mette al collo la dodicesima medaglia europea (8-2-2), quarta nella 5 km dopo gli ori a Dubrovink 2008, Eilat 2011 e Piombino 2012: "Onestamente quando ho visto l'olandese partire in avvio non pensavo che fosse così veloce da staccarci - racconta Bruni che nel 2017 ha sfatato il tabu iridato conquistando il bronzo con la 4x1.25 mixed - Sono stata comunque brava a mantenere la calma, senza farmi prendere dalla voglia di strafare, cercando anche di risparmiare energie per la 10 chilometri di giovedì. Devo dire che mi trovo bene con queste condizioni, il fondale del lago è scuro ma non mi crea problemi". Qualche rimpianto per la trentina Bridi, comunque abituata a gareggiare in acque fredde per essersi allenata fino al 2015 al Lago di Caldonazzo vicino a casa. "Penso di valere molto più di più. La muta mi fa sentire legata, mi sento imbrigliata, fosse per me ne farei a meno - spiega la 22enne di Trento, seguita da Antonelli e vincitrice nel 2018 della seconda tappa delle World Series (ex Coppa del Mondo) alle Seychelles - La 10 sarà una prova differente e più adatta a me che non sono proprio una velocista".

Tra i maschi (sempre sui 5 km) trionfa l'ungherese Kristof Rasovszky dopo una battaglia con i due francesi Axel Reymond e Logan Fontaine che si devono accontentare di argento e bronzo. Gli azzurri sono nel gruppetto che insegue: quinto posto per Marcello Guidi. nono Pasquale Sanzullo e tredicesimo Andrea Manzi.

In vasca - Bene anche le qualificazioni della mattinata per la squadra italiana al Tollcross Swimming Center. Dotto e Vergani vanno in semifinale nei 50 stile libero.  Alessandro Miressi (oro nei 100) si ferma nonostante abbia vinto la sua batteria per la regola dei due atleti per gara. Paradossale la situazione: Miressi vince la sua batteria in 22"34, ma il tempo (dodicesimo in totale) è il terzo tra gli italiani e così, vanno avanti Andrea Vergani (21"72) con il terzo tempo assoluto dietro al greco Gkolomeev e all'inglese Proud (21"68) e Luca Dotto che, pure, è arrivato terzo nella sua batteria con 22"15 (ottavo tempo assoluto e, quindi, davanti a Miressi). Fuori l'altro italiano Lorenzo Zazzeri (22"68) col sedicesimo tempo. Anche lui va a casa per la regola dei "due per nazione". Comunque da sottolineare la forza della nostra scuola di velocisti.

200 dorso donne - Si qualifica per le semifinali Margherita Panziera che ottiene il quarto tempo con 2'10"32.  Davanti a lei la russa Ustinova (2'08"89) e due altre atlete (l'ungherese Burian e l'altra russa Avdeeva) con tempi allo stesso livello di Margtherita che è dunque in corsa. Fuori Carlotta Toni con il ventesimo tempio (2'16"53).

50 farfalla donne - Tranquille qualificazioni alle semifinale per Elena Di Liddo e Ilaria Bianchi. La Di Liddo è settima (26"28) e la Bianchi decima (26"47). Si stacca su tutte la svedese Sarah Sjoestroem (25"11). Le altre sono tutte abbastanza vicine.

100 farfalla uomini - Piero Ciodia fa il miglior tempo delle qualificazioni (51"59) davanti all'inglese James Guy (51"75). Si qualifica anche Matteo Rivolta col tredicesimo tempo in 52"69. Fuori il bronzo dei 200 farfalla Federico Burdisso col diciannovesimo tempo (52"90).

50 rana donne - Anche qui azzurre al top. Si qualificano per le semifinali Arianna Castiglioni (secondo tempo in 30"30) e Martina Carraro (30"87). Miglior tempo per la russa Efimova (30"20), ma Arianna è lì.

4x100 stile libero mista - Ragazzi e ragazze azzurri insieme. Lorenzo Zazzeri, Alessandro Miressi, Giada Galizi e Erika Ferraioli si qualificano facilmente con il quarto tempo (3'27"95). La Russia (miglior tempo in 3'27"15) è a un battito di ciglia. E questa sera entreranno anche Luca Dotto e Federica Pellegrini. Una medaglia è possibile.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Campionati europei di nuoto 2018 a Glasgow

Quadarella: "Un reality? Perchè no? Sarebbe divertente"

La campionessa europea di nuoto (tre ori a Glasgow) risponde così a una domanda del magazine "Spy". "I divieti? Se ti comporti bene..."

Campionati Europei Len di nuoto

Nuoto, l'anno super di Miressi dopo l'oro: "Ora compro un drone e vorrei incontrare CR7"

Il nuotatore è stato consacrato a Glasgow: da promessa a stella nascente, il suo futuro ancora tutto da scrivere

Europei, Tuffi: Elena Bertocchi e Chiara Pellacani oro nel 3m sincro

Europei di tuffi: Bertocchi-Pellacani oro nel sincro da tre metri

Le azzurre hanno chiuso con il punteggio di 289.26