Martedì 05 Dicembre 2017 - 12:15

Pacco sospetto a Londra, allarme rientrato a St Paul's

La polizia aveva evacuato la zona di St Martin's Le Grand e chiuso la stazione della metropolitana di St Paul's

Premier League - Arsenal vs Tottenham Hotspur

È stato dichiarato non sospetto il pacco che aveva fatto scattare l'allarme nella zona di St. Paul a Londra. Lo riferisce la polizia, aggiungendo che la zona rimane però ancora recintata.

"Stiamo rispondendo alla segnalazione di un pacco sospetto all'interno di un edificio a St Martin's Le Grand (EC1)", così su Twitter la polizia di Londra spiegava perché l'intera area che circonda la cattedrale di Saint Paul era stata chiusa. St Martin's Le Grand è una via centrale della capitale inglese, che collega il museo di Londra alla cattedrale in cui Carlo e Diana si sposarono nel 1981

La chiamata è stata ricevuta dalla polizia alle 10.23 ora locale (11.23 in Italia), la strada è stata recintata e alle persone in strada è stato chiesto di allontanarsi. Anche la stazione metropolitana più vicina, St. Paul Station, era stata chiusa, ma dopo le rassicurazioni della City of London Police, la stazione è stata riaperta e ha ripreso a funzionare normalmente.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Georgia, prima donna di colore candidata come governatrice

Stacey Abrams ha vinto le primarie democratiche, a novembre le elezioni

Bruxelles, Mark Zuckerberg al parlamento europeo

Facebook, Zuckerberg si scusa all'Ue. "No ingerenze in future elezioni"

Il fondatore del social network al Parlamento europeo. Tajani: "Monitoreremo"

Donald Trump riceve il presidente sudcoreano Moon Jae-in alla Casa Bianca

Nord Corea, Trump: "Possibile un rinvio del vertice con Kim"

L'incontro tra il presidente Usa e il leader nordcoreano è fissato per il 12 giugno a Singapore

Usa, il senato conferma Gina Haspel come direttore della CIA

Dazi, dopo la pace con gli Usa la Cina taglia tariffe su import auto

E intanto si avvicina la data in cui anche l'Unione Europea saprà la decisione di Trump