Giovedì 18 Maggio 2017 - 07:45

Coppa Italia alla Juve, Lazio ko: Dani Alves show / LE PAGELLE

Higuain e Immobile sprecano. Neto attento e decisivo

Coppa Italia alla Juve: Dani Alves show

Le pagelle della finale di Coppa Italia tra Juventus e Lazio disputata allo stadio Olimpico e vinta dai bianconeri 2-0. Leggi l'analisi della partita: Troppa Juve per la Lazio: terza Coppa Italia di fila, i bianconeri riscrivono la storia  

JUVENTUS

NETO 7 Lo salva il palo sul tiro di Keita, si salva da solo su Felipe Anderson e poi su Immobile. Attento.

BARZAGLI 7 Esperienza e determinazione al servizio della Juventus. Gli scarsi rifornimenti per Keita lo aiutano.

BONUCCI 7 Per tirarsi su il morale confeziona il raddoppio, da attaccante vero. Tempestivo in difesa, a parte il primo affondo di Keita che lo sorprende.

CHIELLINI 7 Un gigante là dietro, magari non avrà il piede di Cenerentola ma è insuperabile nei contrasti.

DANI ALVES 7,5 Continua il suo momento magico, testimoniato dal golasso che sblocca la partita. Il vero regista della fascia destra bianconera.

MARCHISIO 6 Non è Pjanic e non è nemmeno Khedira, però cerca di essere se stesso che sarebbe una gran cosa dopo i travagli post infortunio. Diligente.

RINCON 5,5 Un po' impacciato, sempre un tocco in più del dovuto, troppi palloni persi. Certo la desuetudine a giocare non aiuta, però può fare meglio.

ALEX SANDRO 6,5 Sontuoso l'assist per il gol di Dani Alves, un traversone di cinquanta metri sul piede del connazionale; furbo il tocco di nuca che smarca Bonucci per il raddoppio. In crescita.

DYBALA 6 Qualche ricamo, qualche magia, qualche sportellata. Bene, non benissimo. LEMINA (33'st) ng
MANDZUKIC 6 Ci mette così tanta voglia che finisce con un sopracciglio scheggiato. La sua generosità ormai è proverbiale.

HIGUAIN 6 Scalda Strakosha con una legnata terrificante dopo una manciata di minuti. Ma fatica a diventare protagonista assoluto.

All. ALLEGRI 7 Una furia, anche quando la Juventus sta tranquillamente in vantaggio. L'effetto Roma si sente...

LAZIO

STRAKOSHA 7 Due miracoli su Higuain, uno su Dybala ma non può farci niente su Dani Alves e Bonucci.

BASTOS 5 Quasi sempre in affanno... FELIPE ANDERSON (8'st) 6,5 Entra e sfiora il gol e poi offre una palla gol: inserirlo prima?

DE VRJI 5 Sorpreso in occasione del raddoppio juventino, poco reattivo. LUIS ALBERTO (24' st) ng

WALLACE 5,5 Nemmeno lui si salva dalla 'bambola' che prende la retroguardia.

BASTA 5,5 No, questa volta non basta. Poca roba. Finisce la gara da difensore.

PAROLO ng Un infortunio lo blocca nel riscaldamento e così dura appena 20 minuti. RADU (20' st) 5,5 Anche lui dorme sul 2-0 della Juventus.

BIGLIA 6,5 Cerca di mettere ordine là dove la Lazio va in difficoltà; cerca di allestire le ripartenze ma non è facile e raramente ci riesce.

M. SAVIC 6 Qualche giocata di qualità, qualche passaggio a vuoto.

LULIC 5 Non accelera quasi mai come dovrebbe, non chiude come potrebbe. Prestazione un po' così, del resto dalla sua parte transita Dani Alves...

IMMOBILE 5 Nervoso e inconcludente. Sciupa una chance nella ripresa. Tutto qui.

KEITA 6 Cinque minuti per centrare il palo dopo aver 'scherzato' Bonucci. Poi però non ha rifornimenti per impensierire Neto anche se ci prova con due botte da lontano nel secondo tempo.

All. INZAGHI 6 La sua Lazio sbaglia un tempo, il primo, e le costa la Coppa Italia.

ARBITRO
TAGLIAVENTO 6 Doma una partita che rischia di diventare spigolosa.
 

Scritto da 
  • Vittorio Oreggia
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, UEFA CL, FC Bayern Muenchen vs RSC Anderlecht

Buffon, auguri a Neuer: "Voglio vederti presto in campo"

Il portierone nazionale manda un affettuoso Tweet al collega del Bayern infortunato fino a gennaio

Champions League - FC Barcellona vs Juventus

Juventus, lesione parziale tibio-peroneale per De Sciglio

Il bianconero continuerà le terapie riabilitative e sarà sottoposto a monitoraggio quotidiano

Genoa - Lazio

A Marassi doppiette Immobile e Pellegri: ma passa la Lazio

Match combattuto deciso dall'attaccante biancoceleste, tra i rossoblù sboccia il classe 2001