Mercoledì 10 Maggio 2017 - 09:30

Milano, picchiati perché gay fuori dalla discoteca: 8 arresti

Ritenuti responsabili di lesioni personali gravissime e rapina

Peccati perché gay fuori dalla discoteca a Milano: 8 arresti

I carabinieri del comando provinciale di Milano hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip del tribunale ordinario e da quello dei minorenni nei confronti di otto italiani, di cui due 15enni, quattro 17enni e due 19enni, ritenuti responsabili di lesioni personali gravissime e rapina. Si tratta dei presunti responsabili della violenta aggressione avvenuta nella notte del 22 gennaio scorso fuori da una discoteca in via Montemartini, zona Porto di Mare, ai danni di due ragazzi di 20 e 25 anni. In una nota i carabinieri spiegano: "Il gruppo di giovanissimi, spinti anche da motivazioni omofobe, avevano dapprima ingiuriato e poi colpito i due amici, causando loro lesioni guaribili dai 30 ai 40 giorni, rapinando il più piccolo delle vittime di smartphone e portafogli".

Gli arresti, tutti eseguiti nel quartiere Corvetto, giungono a coronamento di una complessa attività d'indagine coordinata dalla procura della Repubblica e condotta dai Carabinieri di Porta Romana e Vittoria, con il contributo dei colleghi del Nucleo informativo di Milano. Ulteriori dettagli saranno divulgati nel corso del consueto incontro con la stampa delle 12 in sala stampa del comando provinciale di via della Moscova 21.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, processo a carico di Alexander Boettcher e Martina Levato

La Cassazione conferma: il figlio della coppia dell'acido si può adottare

Il bambino nato a Ferragosto del 2015 deve essere cresciuto da un'altra famiglia, soprattutto tenendo conto della "lunga detenzione" che aspetta la madre e il padre

Milano, ragazza violentata con la droga dello stupro: 3 arresti

A nove mesi dall'aggressione i tre colpevoli in manette

Veronica Lario

Divorzio da Berlusconi, Veronica Lario ricorre in Cassazione

L'ex moglie del Cavaliere non intende restituire i 45 milioni e non è d'accordo sulla riduzione dell'assegno di mantenimento

Conferenza stampa Radicali su elezioni regionali

Assoluzione per Cappato. Questione di dignità. La pm: "Lui è anche lo Stato"

Requisitoria particolare, quella di Tiziana Siciliano in Assise a Milano. Su Dj Fabo: "Viene da chiedersi 'se questo è un uomo'"