Venerdì 05 Maggio 2017 - 17:30

Pomezia, la procura di Velletri indaga per incendio colposo

Il fascicolo aperto è per il momento a carico di ignoti

Incendio allo stoccaggio dei rifiuti della Eco X di Pomezia

La procura di Velletri ha aperto un'indagine sull'incendio divampato stamani sulla via Pontina vecchia, al chilometro 33, in un deposito di plastica e carta. Il reato contestato nel fascicolo, per il momento a carico di ignoti, è 'incendio colposo'. Il rogo ha provocato una grande nube di fumo nero, visibile a diversi chilometri di distanza.

Sul posto sono al lavoro dalle 8,30 i vigili del fuoco di Roma e Pomezia, con almeno dieci squadre con l'ausilio di carri schiuma e di un mezzo simile a quello usato negli aereoporti con liquido schiumogeno. Non si registrano feriti, ne' intossicati, ma sono stati chiusi diversi negozi ed evacuati, in un raggio di due chilometri, edifici pubblici e scuole. L'indicazione dei vigili, per chi abita nell'area, è di tenere chiuse le finestre mentre i tecnici dell'agenzia regionale per l'ambiente monitorano la situazione e controllano la tossicità dei fumi sprigionati dal rogo.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Visita del presidente Mattarella a  Mantova

Mantova, favori sessuali in cambio di fondi: indagato il sindaco

Mattia Palazzi, Pd, finito nell'indagine della procura, si difende: "Mai chiesto nulla a nessuno in cambio di una collaborazione con il Comune"

Consiglio Comunale

Roma, benestanti e proprietari, ma occupano l'alloggio popolare

Il censimento rivela che persone con redditi alti abitano case pubbliche. E 1.600 sono subentrati ad assegnatari morti. Lettera aperta dell'assessora Castiglione sul blog di Grillo

Amazon - Sciopero dei lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni

"Oggi il pacco è per Amazon", scioperano i dipendenti di Piacenza durante il Black Friday

La protesta dei lavoratori per chiedere un migliore trattamento economico

Ostia, aggressione a giornalista: Roberto Spada fermato e poi trasferito in carcere

Ostia, resta in carcere Roberto Spada: rigettato il ricorso della difesa

Lo scorso 7 novembre aveva aggredito il giornalista Rai durante un'intervista