Venerdì 31 Marzo 2017 - 15:15

Prato, uomo morto davanti al tribunale: probabile rapina

Leonardo Lo Cascio lavorava come portiere notturno in un hotel

Prato, uomo morto davanti a tribunale: rapina probabile movente

L'uomo trovato morto ieri sera a Prato, nel piazzale davanti al tribunale, si chiamava Leonardo Lo Cascio e lavorava, come portiere notturno part time,in un hotel della zona. Ieri sera, da quanto emerso dalle indagini, condotte dai carabinieri,  Lo Cascio stava andando a lavorare ma, una volta sceso dall'autobus, sarebbe stato aggredito, con un colpo alla gola, probabilmente con un  cacciavite. Probabile movente la rapina, visto che alla vittima erano stati portati via lo zainetto e il portafogli, ritrovati successivamente dagli investigatori in una campana per la raccolta del vetro.

I carabinieri stanno visionando immagini riprese da telecamere di sicurezza, poste nella zona del tribunale. I video mostrerebbero un uomo che segue Lo Cascio sceso dall'autobus, ma non riprenderebbero il momento del delitto.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Ieri la liberazione del documentarista dalla detenzione in Turchia

Divisioni nel giorno del 25 aprile, Mattarella: Mai più fascismo e mai più guerre

25 aprile, Mattarella: Ricordiamo senza odio e senza rancore /FOTO

A Roma il ricordo della Liberazione sfila in cortei divisi. A Milano tensioni tra antifascisti e militanti di destra

Migranti, Ong: Indignati da attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Migranti, Ong: Indignati per gli attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Clima teso dopo le parole di Di Maio sul presunto 'business' delle navi che salvano i profughi in mare

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Mouner Elaoual, marocchino, promuoveva online l'ideologia dell'Isis ed è ritenuto dagli inquirenti "un soggetto estremamente pericoloso"