Giovedì 20 Aprile 2017 - 17:30

Renzi e quel video su Twitter pieno di strafalcioni

La clip di 1 minuto sul caso Report-vaccini contiene ben tre errori

Renzi e quel video su Twitter pieno di strafalcioni

Un video di un minuto per fare chiarezza sulla polemica che ha travolto Report dopo la puntata dedicata ai vaccini. Peccato che la clip, pubblicata da Matteo Renzi su Twitter, sia piena di errori grammaticali. Il primo riguarda la parola 'perché', dove l'accento è acuto e non grave.

Il primo errore

Poi si passa allo 'strafalcione degli strafalcioni': 'qual è' si scrive infatti senza l'apostrofo.

Il secondo scivolone

Terzo e ultimo scivolone: la parola 'scienziato' diventa 'scenziato'. Va detto che le sviste possono sempre capitare ma questi sono errori che difficilmente passeranno inosservati. E siamo sicuri che le reazioni e l'ironia del web non si faranno attendere.

Il terzo strafalcione
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Elezioni Politiche - I simboli dei partiti depositati al Viminale

Elezioni, programmi a confronto: le promesse dei partiti da meno tasse a più lavoro

A poco più di 40 giorni dal voto, i leader tentano fughe in avanti per differenziarsi dai competitors. Ma in realtà le proposte degli schieramenti non sono poi così distanti

Milano, assemblea circoli Pd

Burioni dice no a Renzi: "Non mi candido, ma la mia lotta continua"

Il medico e volto della campagna pro vaccini: "Combatterò per la verità contro le bugie fuori dal Parlamento". E agli elettori: "Evitate i cialtroni"

Assemblea degli amministratori del PD nella Sala dei 500 del Lingotto di Torino

Elezioni, Renzi: "Flat tax fa pagare meno tasse a miliardari come Berlusconi e Grillo"

Parlando dei suoi avversari politici ha aggiunto: "Noi non possiamo dialogare con forze populiste"

Presentazione del programma di governo del M5s al Villaggio Rousseau di Pescara

Elezioni, Di Maio. "Se non avrò i numeri farò appello a tutti i partiti"

E rispondendo al premier Gentiloni: "È il Pd a non avere i numeri. Così fa endorsement a Berlusconi"