Mercoledì 17 Maggio 2017 - 20:45

Legge elettorale, testo base: 50% maggioritario-50% proporzionale

Renzi: "Come Partito Democratico lanciamo un appello a tutti gli altri: per favore, non perdete altro tempo"

MODELLO DELLA PARTE INTERNA DELLA SCHEDA DI VOTAZIONE PER LA ELEZIONE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA

 Meccanismo al 50% di collegi uninominali e al 50% proporzionale. Questo il sistema di legge elettorale contenuto nel testo base depositato dal relatore Emanuele Fiano in commissione Affari costituzionali della Camera. Lo stesso relatore Dem conferma che la soglia prevista nel ribattezzato Rosatellum è al 5%. "Un meccanismo proporzionale - spiega Fiano - con 303 collegi della Camera, 11 per il Trentino Alto Adige, 1 Valle D'Aosta, 12 esteri e 150 collegi del Senato".

"Legge elettorale. Dopo mesi di rinvii, la Camera ha deciso di andare in aula il 29 maggio. Questo permetterà - per regolamento - di avere tempi contingentati e di approvare la nuova legge nei primi giorni di giugno. Come Partito Democratico lanciamo un appello a tutti gli altri: per favore, non perdete altro tempo. Diteci dei no o dei sì, fate emendamenti, avanzate controproposte. Ma non rinviate ancora la data del 29 maggio. Sono passati ormai quasi sei mesi dal referendum: per favore, non prendete in giro i cittadini. Il PD offre serietà ma chiede rispetto per gli italiani". Così il segretario del Pd Matteo Renzi su Facebook in merito alla legge elettorale. L'ex premier aveva sottolineato:  "Sulla legge elettorale basta rinvii. Il Pd c'è. Gli altri?".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale