Mercoledì 17 Maggio 2017 - 14:30

Ricatto a luci rosse, Benzema: Valbuena deve smetterla di mentire

Sulla Champions: "La finale è un sogno"

Ricatto a luci rosse, Benzema: Valbuena deve smetterla di mentire

"Le sue bugie mi fanno diventare matto". Karim Benzema torna così sul suo coinvolgimento nella vicenda del presunto ricatto a luci rosse ai danni del connazionale Mathieu Valbuena. "E' passato più di un anno e mezzo da quando sono diventato il suo peggior nemico, un cattivo esempio, un teppista", si è sfogato l'attaccante del Real Madrid a 'L'Equipe'. "Deve smettere di mentire. Deve solo dire la verità su ciò che è realmente accaduto".

Venendo al campo, l'attaccante si è dichiarato soddisfatto della sua carriera in Champions, dove ha realizzato 51 reti. "Le statistiche sono gratificanti. A 29 anni, sono orgoglioso di aver già raggiunto tutto questo. Questi numeri sono importanti, ma non più di tanto, nel calcio. Nel calcio contano il gioco, il collettivo. Naturalmente bisogna essere decisivi, soprattutto quando si è attaccanti". Un bottino che proverà ad arricchire il prossimo 3 giugno, nella sfida di Cardiff contro la Juventus. Un'altra finale, la terza, per l'attaccante: "E' incredibile. Ho anche fatto quattro semifinali con il Real. Sono sette stagioni che siamo veramente ai massimo livelli. Sto ancora vivendo un sogno qui al Real". Quindi il francese ha parlato del suo rapporto con il ct della nazionale Deschamps: "C'è mancanza di coerenza nelle sue dichiarazioni. Io non voglio spiegazioni da nessuno, da nessun altro, tranne che dall'allenatore. Alcuni dicono che sono convocabile, lui dice di no. Ma sono ancora a disposizione dell'allenatore, l'allenatore lo sa".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

ENG, Premier League, West Bromwich Albion vs FC Arsenal

Guardiola e la 'resa' del City: "Sanchez allo United? Gli auguro il meglio"

Sembra proprio che la squadra di Mou sia destinata a vincere la battaglia sul cileno conteso

Neymar non cede il rigore a Cavani: pioggia di fischi dai tifosi

Proprio quel rigore avrebbe permesso all'uruguaiano di superare Ibrahimovic in testa alla classifica dei migliori cannonieri nella storia del club

Ronaldinho File Photo

Si ritira Ronaldinho, Pallone d'oro del 2005. Tre stagioni nel Milan

Il brasiliano, 37 anni, da quasi due non gioca partite ufficiali pur essendo tesserato del Fluminense. Ha giocato nel Psg e nel Barca