Giovedì 29 Marzo 2018 - 15:45

Rifiuti, Raggi tenta rivoluzione differenziata per 500mila romani

I fortunati destinatari saranno gli abitanti dei municipi VI e X

Virginia Raggi presenta il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti per Roma

Dall'emergenza alla rivoluzione. Per il dossier rifiuti a Roma, che a lungo ha scatenato polemiche e accuse di incuria all'amministrazione Raggi, arriva infatti una vera svolta, almeno nei progetti del Campidoglio: da metà aprile partirà il nuovo piano di raccolta differenziata per 500mila abitanti. I fortunati destinatari saranno gli abitanti dei municipi VI e X: tra circa due settimane inizierà la consegna dei kit e delle istruzioni per l'avvio del nuovo servizio nelle aree in cui è prevista la modalità 'porta a porta'. "Dopo gli eccellenti risultati ottenuti nel quartiere ebraico, dove abbiamo raggiunto già nel primo mese l'86% di raccolta differenziata, ora applichiamo questo importante progetto di revisione del modello anche nel VI e nel X municipio. A questo si affianca un'importante campagna di informazione e comunicazione realizzata in collaborazione con il Conai, a supporto del lancio del nuovo servizio di raccolta che coinvolgerà oltre 500mila abitanti. Prosegue il nostro impegno per avviare Roma verso un'economia circolare e a Rifiuti Zero, lo facciamo unendo più forze, mettendo insieme le competenze e ponendo al centro delle nostre politiche i cittadini", esulta la sindaca Virginia Raggi. "Stiamo dando a Roma soluzioni strutturali nella gestione dei materiali post consumo. Quello che proponiamo è un totale cambio di rotta. I nostri traguardi sono delineati: ridurre i rifiuti, aumentare la raccolta differenziata al 70% e sviluppare un'impiantistica sostenibile", le fa eco l'assessora alla Sostenibilità ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.
 

Loading the player...

PORTA A PORTA E CASSONETTI SMART. Ma come funzionerà il nuovo piano green? Semplice. Il modello di raccolta differenziata sarà calibrato sulla base delle esigenze e peculiarità delle diverse aree e scatterà progressivamente una volta terminata la consegna dei kit. Saranno attivati sistemi mirati di raccolta domiciliare tecnologica ('porta a porta' e domus ecologiche) grazie all'utilizzo di contenitori con il chip Rfid, e di prossimità con cestini 'intelligenti' in grado di riconoscere tramite una tessera l'utenza. Il Piano Esecutivo per il X Municipio prevede che oltre 65mila utenze saranno servite con il "porta a porta", 6mila utenze con le domus ecologiche e le restanti 39mila utenze tramite postazioni con contenitori "intelligenti". Nel VI Municipio circa 83.500 utenze saranno servite con il "porta a porta", oltre 1.800 utenze con le domus ecologiche e 33.800 utenze mediante postazioni con contenitori smart. La mappatura condotta da 70 addetti Ama, spiegano da Palazzo Senatorio, ha permesso di individuare circa 50mila utenze "fantasma" nei due municipi. 

Scritto da 
  • di Alessandro Banfo
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Omicidio a Milano, ragazzina accoltellata in appartamento di via Brioschi

Roma, uccide il cane di suo figlio gettandolo dal settimo piano

L'onorevole Brambilla: "Denunceremo per maltrattamento e violenza privata l'autore di questo inqualificabile gesto"

Studenti contro docente che toglie il crocefisso

Roma, alunno minaccia professoressa: "Ti sciolgo con l'acido"

Il video risale al dicembre del 2016 ma solo tre giorni fa il materiale è stato inviato ai carabinieri del posto

Omicidio Vannini, 14 anni al padre della fidanzata

Il ragazzo, 18 anni, venne ucciso mentre si trovava nella vasca da bagno. Condanne minori per la giovane, la madre e il fratello

Ilaria Cucchi, Lucia Uva e Gianni Tonelli ospiti della trasmissione In mezz'ora

Caso Cucchi, spuntano due relazioni falsificate dei carabinieri

Documenti rifatti per minimizzare la gravità dell'accaduto. Inizia il processo a 5 carabinieri. Tre rispondono di omicidio preterintenzionale