Martedì 31 Ottobre 2017 - 15:45

Rodin in mostra a Treviso, ma Facebook censura il suo "Bacio"

L'immagine usata per promuovere l'evento ma il social ha chiesto di "evitare allusioni di natura sessuale"

Il "Bacio" di Rodin è troppo esplicito e per questo Facebook non promueverà con questa immagine la mostra sullo scultore francese prevista a Treviso dal 24 febbraiop 2018. A farlo sapere a Linea d'Ombra, lo studio che si occupa dell'esposizione, è lo stesso social network in una nota: "Mostra eccessivamente il corpo o presenta contenuti allusivi". E suggerisce "di utilizzare contenuti che si concentrano sul prodotto o servizio, evitando allusioni di natura sessuale".

 

Il post di promozione su fb è sparito e poi riaaprso sulla pagina dello studio e le motivazioni date dal social di Cupertino hanno aumentato le perplessità. "Può un'immagine simbolo della storia dell'arte essere paragonata a una qualsiasi immagine di carattere sessualmente esplicito ? In una Rete invasa da orribile pornografia vogliamo davvero equiparare i nudi rinascimentali a immagini che invece circolano liberamente?", si cheide Marco Goldi, responsabile di Linea d'Ombra.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

All'Off Topic di Torino la proiezione di '78 Vai piano ma vinci' di Alice Filippi

Appuntamento mercoledì 20 giugno in via Pallavicino 35: alle 20 l'intervista alla regista, dalle 21.30 la visione del film

Milano, Birrificio Italiano in Via Ferrante Aporti 12

Gli italiani diventano bevitori di birra: amano le bionde, ma anche le speciali

Una ricerca dell'Osservatorio birra dimostra che il mercato birrario nazionale è in accelerazione

Press conferences before the opening of  the Electronic Entertainment Expo (E3) on Tuesday

Xbox si rinnova, Microsoft punta sui videogame originali

All'Electronic Entertainment Expo 2018 la società di Redmond ha presentato 52 giochi, tra cui 18 esclusive per console e 15 prime mondiali

'Il volto, riflesso dell’anima': gli scatti di Damiano Andreotti all'Off Topic di Torino

I lavori del fotografo di fama internazionale in mostra fino al 9 giugno nel nuovo hub culturale di via Pallavicino 35