Giovedì 03 Agosto 2017 - 10:30

Roma, il 451 non passa da ore: passeggeri requisiscono una vettura

La vicenda è di martedì sera. A Ponte Mammolo oltre cento persone alle 21 in attesa da ore di tornare a casa

Roma, sciopero trasporto pubblico indetto dal sindacato Usb

L'estate di chi resta a Roma può essere molto dura se ci si sposta con i mezzi pubblici. Non solo fino al 3 settembre sarà chiusa la tratta della metro A compresa tra Termini e Arco di Travertino, ma possono capitare attese bibliche alle fermate degli autobus.

Martedì sera, per esempio, decine di passeggeri hanno atteso invano per due ore una vettura della linea 451 al capolinea di Ponte Mammolo, nella periferia est di Roma. "Alle 21 gli utenti hanno bloccato un 163 in uscita dalla stazione, chiedendo di 'trasformarlo' in 451 - ha raccontato uno dei presenti, Daniele, a Repubblica Roma - intanto la situazione degenera, volano parole grosse mentre la folla comincia a bloccare tutti i mezzi, ma per fortuna non si arriva alle mani".

 

In molti già dalle 18.45 avevano segnalato al profilo Twitter ufficiale di Atac il problema, ma solo dopo la protesta dei passeggeri, che hanno bloccato la vettura in partenza della linea 163, Atac ha inviato due autobus a Ponte Mammolo: insufficienti, perchè nel corso delle ore il numero di persone in attesa era cresciuto a dismisura: Atac è stata costretta a riprogrammare come 451 anche altre due linee per raggiungere lo spazio necessario ad accogliere tutti i passeggeri alla fermata. 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Celebrazioni anniversario Guardia di Finanza alla Caserma 5 Giornate

Roma, scoperti appalti illeciti per 217 milioni di euro, 331 denunciati

Il rapporto della guardia di finanza della capitale. Nell'ultimo anno e mezzo sequestrati beni per oltre un miliardo ai clan

Roma, incidente in scooter: muore a 29 anni lo chef Alessandro Narducci

Con lui in moto c'era anche la sua collega 25enne Giulia Puleio: per entrambi i soccorsi sono stati inutili. Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale

Ostia, confiscati beni per oltre 18 milioni al clan Fasciani

Colpiti i presunti capi dell'organizzazione mafiosa, i fratelli Carmine e Terenzio

Stadio Roma, nuove ammissioni dal manager di Parnasi: "Lanzalone? Era il Campidoglio"

Interrogato dai pm Luca Caporilli, il dirigente stretto collaboratore del costruttore finito in manette