Mercoledì 22 Novembre 2017 - 20:00

Roma, chiuso il set a luci rosse abusivo nell'antica cisterna romana

Una porta di ferro all'ingresso della struttura ha insospettito la Sovrintendenza dei Beni Culturali

Un letto, coperte, candele. E ancora una stufa a gas e tutto il necessario per allestire, e filmare, un set a luci rosse. La location improvvista era nascosta all'interno di un'antica cisterna di epoca romana, in via Marco Polo a Roma.

A fare la scoperta gli agenti del I gruppo Centro intervenuti in seguito alla richiesta da parte della Sovrintendenza Capitolina di verificare una porta di ferro posizionata all'ingresso dell'antico locale.

Personale della Sovrintendenza, presente sul posto, ha accertato danneggiamenti della struttura. L'area è stata posta sotto sequestro e le serrature della porta sono state sostituite. In attesa di ulteriori indagini per risalire ai responsabili, verrà presentata una informativa all'autorità giudiziaria.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Celebrazioni anniversario Guardia di Finanza alla Caserma 5 Giornate

Roma, scoperti appalti illeciti per 217 milioni di euro, 331 denunciati

Il rapporto della guardia di finanza della capitale. Nell'ultimo anno e mezzo sequestrati beni per oltre un miliardo ai clan

Roma, incidente in scooter: muore a 29 anni lo chef Alessandro Narducci

Con lui in moto c'era anche la sua collega 25enne Giulia Puleio: per entrambi i soccorsi sono stati inutili. Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale

Ostia, confiscati beni per oltre 18 milioni al clan Fasciani

Colpiti i presunti capi dell'organizzazione mafiosa, i fratelli Carmine e Terenzio

Stadio Roma, nuove ammissioni dal manager di Parnasi: "Lanzalone? Era il Campidoglio"

Interrogato dai pm Luca Caporilli, il dirigente stretto collaboratore del costruttore finito in manette