Mercoledì 06 Dicembre 2017 - 15:30

Roma, droga nel biberon a figlia di 3 anni: a processo per tentato omicidio

Almeno due i tentativi di uccidere la piccola. La donna in passato avrebbe cercato di avvelenare anche la sorellina di un anno

Ha avvelenato la figlia di tre anni somministrandole farmaci, droghe e sedativi con il biberon. La procura di Roma ha chiesto il processo con giudizio immediato per Marina Addati, la 29enne arrestata nel gennaio scorso con l'accusa di tentato omicidio. L'udienza è fissata per il prossimo 10 gennaio.
I fatti risalgono a novembre dello scorso anno: secondo gli inquirenti sono stati almeno due i tentativi di intossicare e uccidere la piccola, e la donna in passato avrebbe cercato di avvelenare anche la sorellina di un anno.
Chi indaga non esclude che la donna possa essere affetta dalla sindrome di Munchhausen, disturbo che affligge alcuni genitori spingendoli ad arrecare un danno fisico al figlio per farlo credere malato nel tentativo di attirare attenzioni.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Festival dell'Orgoglio Migrante Antirazzista a Pontida

Gorizia, annunciata chiusura centro stampa: poligrafico si suicida sul posto di lavoro

L'uomo, friulano di 49 anni, lascia la moglie e un figlio

Weekend di sole e nuvole: il meteo del 16 e 17 giugno

Le previsioni dell'Aeronautica militare

Dall'estetista al gommista: in Italia regna l'abusivismo

L'allarme del Cna. La Confederazione nazionale dell'artigianato riceve decine di segnalazioni ogni giorno con l'hashtag #conchinonsiarrendemai