Venerdì 24 Febbraio 2017 - 17:30

Raggi dimessa dopo il malore: partecipa a vertice su stadio Roma

La prima cittadina ha raggiunto il Campidoglio per la riunione con il club

Roma, la sindaca Raggi lascia l'ospedale dopo il malore

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha lasciato l'ospedale San Filippo Neri, dove era stata ricoverata stamane per accertamenti inseguito a un malore. Raggi è ora in Campidoglio per la riunione con la As Roma. 

 

 

La prima cittadina è stata sottoposta in a una serie di accertamenti presso la struttura, dove si era recata stamane, alle 9. Le condizioni di Raggi, dopo il malore sono apparse subito "in netto miglioramento", come aveva sottolineato il direttore sanitario del San Filippo Neri in Roma, leggendo ai giornalisti il primo bollettino medico. La sindaca era giunta stamattina alle ore 8.54, con mezzi propri, presso il pronto soccorso per la comparsa di un malore improvviso. "Sono stati eseguiti gli accertamenti clinici e diagnostici necessari e non sono state riscontrate alterazioni significative", si legge nel bollettino medico divulgato da Massimo Magnanti, direttore pronto soccorso San Filippo Neri.

LEGGI ANCHE Solidarietà a Raggi dopo malore, M5S: Siamo con te, daje Virgì

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Grosseto, capo vigili di Monte argentario spara a figlio e si uccide

Roma, cancello si scardina: bimbo muore a 4 anni

Il cancello si è sganciato dai binari e gli è caduto addosso: per il piccolo non c'è stato nulla da fare

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra