Venerdì 23 Giugno 2017 - 17:45

Campidoglio, Marra: Raggi non ha le palle per fare la sindaca

L'ex dirigente nel novembre scorso anno parlava al telefono del rapporto con la prima cittadina

Roma, Marra su Raggi: Non ha le palle per fare la sindaca

Dice che l'hanno fregata" ma la verità è che "non c'ha le palle" per fare la sindaca. Così Raffaele Marra nel novembre dello scorso anno parlava con l'amica Concetta del rapporto, già molto deteriorato con Virginia Raggi. Motivo principale della rottura proprio quella nomina del fratello di Marra, Renato, per il quale sono ora entrambi indagati dalla procura di Roma.

"Tu (Raggi ndr) dovevi avere il coraggio di dire 'guarda è uno dei più  bravi che ci stanno, lo volevo fare comandante, per non creare un problema l'aggia fatto direttore de' 'o Turismo'", si sfoga l'ex capo del personale nella telefonata intercettata e depositata con notifica della chiusura dell'inchiesta. La verità, sottolinea l'ex braccio destro della sindaca e che "non c'ha le palle di poterglielo". "E allora - aggiunge - che cazzo lo fai a fa' 'u sindaco, scusami?".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bankitalia, stop Pd a Visco agita il Colle: "Si guardi all'interesse del Paese"

Bankitalia, stop Pd a Visco agita il Colle: "Si guardi all'interesse del Paese"

La mozione dem mette in dubbio la riconferma dell'attuale governatore a palazzo Koch

La foto postata da Chiara Appendino su Facebook

Torino, Appendino indagata per falso: "Non ho nulla da nascondere"

Il procedimento è relativo alla vicenda Ream. La sindaca già dai pm: "Abbiamo chiarito tutto"

Bankitalia, approvata la mozione del Pd contro Visco: "Figura idonea per fase nuova"

Bankitalia, ok a mozione Pd contro Visco. Mattarella: "Si rispetti l'interesse del Paese"

I dem: "Serve figura idonea per una nuova fase". Il governatore disponibile ad essere audito dalla commissione d'inchiesta

Mattarella promulga il codice antimafia ma avverte: "Criticità nell'articolo sulla confisca"

Mattarella promulga il codice antimafia ma avverte: "Criticità nell'articolo sulla confisca"

Il presidente della Repubblica scrive a Gentiloni: "Serve un attento monitoraggio"