Mercoledì 08 Febbraio 2017 - 07:45

Roma, sequestri per 3 milioni al clan Cordaro di Tor Bella Monaca

Il provvedimento riguarda beni patrimoniali tra cui case, ristoranti, pizzerie, bar e una squadra di calcio

olizia Caserta, uscRoma, sequestri per 3 milioni al clan Cordaro di Tor Bella Monaca

La Direzione distrettuale antimafia della procura e la polizia di Stato hanno eseguito nelle prime della mattina il sequestro di numerosi beni immobili riferibili al clan Cordaro di Tor Bella Monaca, a Roma, per un valore di 3 milioni di euro. La misura di prevenzione personale e patrimoniale è stata emessa dal tribunale capitolino e riguarda i principali esponenti della famiglia, ritenuti capi e promotori dell'associazione a delinquere già dall'operazione del luglio del 2016 con 37 arresti.

Posti sotto sequestro, ai fini della confisca, diversi beni patrimoniali tra cui case, ristoranti, pizzerie, bar e addirittura una squadra di calcio.

L'operazione si inserisce, scrive chi indaga, "in una più ampia e costante azione di contrasto alle illecite attività poste in essere nel contesto territoriale del noto quartiere di Tor Bella Monaca, caratterizzato da un crescendo di attività criminali e di gravi delitti".  

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bologna, prete choc su Facebook: "Ha ucciso più Riina o Emma Bonino?"

Don Pieri si scaglia contro l'esponente Radicale per il suo impegno politico e civile per la legge sull'aborto: "Moralmente non c'è differenza"

Terremoto Norcia, l'appello del piccolo Marco: salvate il mio pianoforte

Terremoto, scossa di 4.4 magnitudo in provincia di Parma. Paura ma nessun danno

La terra ha tremato alle 13.37, come fa sapere l'Ingv

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Napoli, sparatoria nel cuore della movida: rissa e colpi in strada, feriti 4 minorenni

In via Carlo Poerio, prima la rissa tra due comitive poi i proiettili che hanno raggiunto i giovanissimi

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "L'indifferenza verso i poveri è un grande peccato. Dio non è controllore di biglietti non timbrati"

Il pontefice in occasione della prima giornata mondiale dei poveri: "Prendersi cura di loro è un dovere evangelico e l'indifferenza è un grande peccato"