Venerdì 19 Maggio 2017 - 16:15

Spalletti ammette: Totti? L'ho penalizzato, ma conta vincere

Francesco "è stato, è e sarà una leggenda. E' il simbolo della nostra squadra"

Roma, Spalletti ammette: Ho penalizzato Totti, ma conta vincere

"Totti lo devo trattare come un giocatore importante che fa parte di una squadra, poi devo fare delle scelte e qualche volta l'ho penalizzato, mi dispiace di ciò". Luciano Spalletti, durante la conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Chievo, risponde così a una domanda sulla gestione di Francesco Totti nel corso delle varie partite. "Io faccio la formazione con il criterio di vincere queste due partite - ha aggiunto - nel ragionamento ci metto anche la gestione di Totti, che si è meritato questi titoli qui e si è meritato quello che gli verrà attribuito quando smetterà".

"Totti - continua - fa parte della squadra, è il giocatore più importante. E' stato, è e sarà una leggenda. E' il simbolo della nostra squadra".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Radja Nainggolan firma il rinnovo di contratto con l'AS Roma a Boston

Calcio Roma, Nainggolan rinnova fino al 2021: Felice di restare

Il calciatore ha rinnovato il proprio contratto con il Club fino al 30 giugno 2021

International Champions Cup - Tottenham vs AS Roma

Bella Roma, battuto il Tottenham in New Jersey. Di Francesco: "Mi è piaciuta tanto"

Ad Harrison (Champions Cup) i giallorossi, avanti (2-0), si fanno rimontare dagli inglesi e chiudono con Tuminiello: 3-2

Defrel carico: Darò tutto per la Roma, ho detto subito sì

Defrel carico: Darò tutto per la Roma, ho detto subito sì

Il neo acquisto giallorosso: "Per me significa tanto poter giocare con questa maglia, significa fare parte di un gruppo fortissimo, di una squadra tra le migliori d'Italia"

Totti: Sarò dirigente della Roma, finita vita da giocatore

Totti: Sarò dirigente della Roma, finita vita da giocatore

In un'intervista a Roma Tv l'ex capitano parla del nuovo incarico: "Spero di fare quello che ho fatto sul campo"