Giovedì 18 Maggio 2017 - 14:15

Rossi: Nicky Hayden un amico, siamo tutti con te

Attualmente il pilota è ricoverato in gravi condizioni a Cesena

Rossi: Nicky Hayden un amico, siamo tutti con te

"Forza Nicky, siamo tutti con te". Valentino Rossi dedica sul suo profilo Instagram un messaggio a Nicky Hayden, attualmente ricoverato in gravi condizioni a Cesena dopo essere stato investito da un'auto durante un allenamento in bicicletta. "Nicky è uno dei migliori amici che ho avuto nel paddock", scrive il pilota della Yamaha. "Siamo stati compagni di squadra con la Honda nel suo anno da rookie, il 2003, quando era un giovane debuttante alla prima esperienza europea. Quella stagione - ricorda il 'Dottore' - si chiuse con il mondiale per me e con il suo primo podio a Phillip Island. Dopo qualche anno abbiamo lottato uno contro l'altro per il mondiale 2006 fino all'ultima gara e alla fine, purtroppo per me, mi ha battuto ed è diventato il campione del mondo della MotoGP. Dopo la gara ci siamo dati la mano e ci siamo abbracciati". "In seguito - prosegue - siamo stati ancora compagni di squadra nei difficili anni della Ducati, quando parecchie volte abbiamo lottato all'ultimo sangue, magari per conquistare l'ultimo posto nella top five. Nicky veniva spesso al Ranch,dove era sempre uno spettacolo vederlo e cercare di carpire qualche segreto battagliandoci insieme, perché lui è uno dei più veloci flattisti del mondo e prima di passare all'asfalto ha vinto le più importanti gare di Flat Track americano come il Peoria TT". "Il più bel ricordo che ho di lui però - aggiunge Rossi - è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015,durante il giro d'onore.per lui era l'addio alla MotoGP,io avevo appena perso il mondiale". "Il suo sguardo di supporto dentro il casco è uno dei pochi ricordi positivi che ho di quel giorno. Forza Nicky, siamo tutti con te", conclude.
 

 

Nicky è uno dei migliori amici che ho avuto nel paddock.siamo stati compagni di squadra con la Honda nel suo anno da rookie,il 2003,quando era un giovane debuttante alla prima esperienza europea.quella stagione si chiuse con il mondiale per me e con il suo primo podio a Phillip Island.dopo qualche anno abbiamo lottato uno contro l'altro per il mondiale 2006 fino all'ultima gara e alla fine,purtroppo per me,mi ha battuto ed è diventato il campione del mondo della MotoGP.dopo la gara ci siamo dati la mano e ci siamo abbracciati.in seguito siamo stati ancora compagni di squadra nei difficili anni della Ducati,quando parecchie volte abbiamo lottato all'ultimo sangue,magari per conquistare l'ultimo posto nella top five.Nicky veniva spesso al Ranch,dove era sempre uno spettacolo vederlo e cercare di carpire qualche segreto battagliandoci insieme,perché lui è uno dei più veloci flattisti del mondo e prima di passare all'asfalto ha vinto le più importanti gare di Flat Track americano come il Peoria TT. Il più bel ricordo che ho di lui però è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015,durante il giro d'onore.per lui era l'addio alla MotoGP,io avevo appena perso il mondiale.il suo sguardo di supporto dentro il casco è uno dei pochi ricordi positivi che ho di quel giorno.Forza Nicky,siamo tutti con te.

Un post condiviso da valeyellow46 (@valeyellow46) in data:

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Evento Tennis & Friends dedicato alla prevenzione con il Policlinico Gemelli

Max Biaggi parla dopo l'incidente: "Periodo difficile, ma ora sto bene"

Il pilota racconta 25 anni di carriera e la battuta d'arresto in cui ha rischiato la vita

MotoGp, ad Aragon pole di Vinales davanti a Lorenzo. Impresa Rossi, è terzo

MotoGp, ad Aragon pole di Vinales davanti a Lorenzo. Impresa Rossi, è terzo

Risultato strepitoso per il 'Dottore' tornato in pista solo venerdì dopo l'infortunio

Motomondiale Austria 2017, le qualifiche al Red Bull Ring di Spielberg

MotoGp, Rossi ci prova ad Aragon: qualche giro alle libere. Marquez il più veloce

Dopo il via libera del dottore Vale è sceso in pista con la M1. Sul podio anche Pedrosa e il francese Johann Zarco

Motomondiale, il sabato del GP di Silverstone 2017

MotoGp, Rossi tenta rientro ad Aragon: "Felice di provarci ma non è per titolo"

Il dottore non si lascia fermare dall'infortunio e torna già in pista