Venerdì 22 Giugno 2018 - 17:45

Salvini: "Invito Saviano in Calabria. Lui come Falcone e Borsellino? Ma per favore"

Il ministro dell'Interno propone allo scrittore di partecipare alla riconsegna di un palazzo sequestrato ai mafiosi. Di Maio sulla scorta dello scrittore: "Concentriamoci sul contratto"

Torino, Salone Internazionale del Libro 2018

Prima l'invito, poi un nuovo attacco. Il giorno dopo il forte scontro tra Matteo Salvini e Roberto Saviano la polemica sembra continuare. "Lo inviterò presto (nonostante i suoi insulti) alla consegna ai cittadini di un palazzo sequestrato ai mafiosi: la mafia si combatte con i fatti, non con le parole", ha scritto su Facebook il ministro dell'Interno. Precisando però: "Saviano come Falcone e Borsellino??? Ma per favore".

 

Lo scontro tra i due va avanti ormai da tempo. Dopo le ultime critiche di Saviano sulla gestione dei migranti da parte del ministro dell'Interno, ora l'animato dibattito si è spostato sulla scorta dell'autore di Gomorra, "saranno le istituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, anche perché mi pare che passi molto tempo all'estero", aveva detto giovedì Salvini ospite ad Agorà su Rai3 lanciando un avvertimento sulla possibilità di revocare la sua scorta: "Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione".

La risposta di Saviano non si è fatta attendere. In un video su Facebook ha replicato piccato al 'ministro della malavita', come lo ha definito: "Secondo te Salvini sono felice di vivere così da 11 anni? Credi di minacciarmi, che possa avere paura di te? Buffone. Salvini ha come nemici i migranti, i rom, le persone del sud Italia insultate fino a due minuti prima di chiedere i voti. Sono felice di essere fra i suoi nemici sui quali fa propaganda politica".

Loading the player...

Poi in un'intervista al Corriere della Sera ha spiegato: "Se io e i migranti per Matteo Salvini siamo degli obiettivi verso cui canalizzare le peggiori pulsioni, sbaglia chi si sente al riparo. Ieri i migranti, oggi io. Domani toccherà a voi. Salvini mi attacca perché è a capo di un partito di ladri, quasi 50 milioni di euro di rimborsi elettorali rubati. Parla di tutto e se la prende con gli ultimi perché le persone non devono sapere che il suo partito ha rubato allo Stato. Parla alla rabbia di persone ignare del fatto che i primi obiettivi di quegli imbrogli sono loro" - ha proseguito l'autore di Gomorra - Salvini sta sparando tutte le sue cartucce che però sono solo parole, aria. Mi spiego: chiudere i porti alle Ong, rendere la vita impossibile agli immigrati che in Italia vivono e lavorano da anni, togliere la scorta a me, come potrà mai migliorare vita ai milioni di italiani di cui la politica continua a non occuparsi? Se io fossi ridotto al silenzio - ha aggiunto Saviano, sotto scorta da 12 anni - se tutti i migranti e i rom, per ipotesi, fossero scaraventati sulla Luna, se sparissero gli immigrati con regolare permesso di soggiorno verso cui Salvini sta facendo montare un odio senza pari nella nostra storia, gli italiani veraci, quelli doc, che non hanno lavoro, che lo hanno perso, che usufruiscono di una assistenza sanitaria indecente, quale giovamento ne avrebbero? Gli ospedali di Napoli straripano di italiani. Non ci sono immigrati a occupare letti e italiani sulle barelle. Ma di cosa stiamo parlando?".

E sulla scorta di Saviano è intervenuto anche Luigi Di Maio, vice premier e ministro del Lavoro: "Io penso che ci dobbiamo concentrare sulle cose che sono nel contratto l'ho detto anche ai parlamentari. Adesso è arrivato il momento di spiegare agli italiani cosa vogliamo fare e di iniziare a farlo. Tutto il resto, ognuno dica quello che vuole, ma lo faccia nel tempo libero perché nel tempo del lavoro che deve interessare gran parte della nostra giornata, ognuno deve raggiungere il proprio obiettivo. L'anticorruzone, il reddito di cittadinanza, la legge Fornero da abolire, c'è tanto da fare", ha risposto ai microfoni di Agorà sulla scorta a Saviano messa in discussione.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, Fico: "Salvare vite in mare sempre". I vescovi: "No al clima di disprezzo e rifiuto"

Salvini alla Cei: "Obiettivo è mettere in salvo persone ma i porti restano chiusi"

Palermo, strage di via D'Amelio in cui perse la vita il giudice Borsellino

Mafia, 26 anni fa la strage in via D'Amelio. Mattarella: "Non smettere di cercare la verità"

Il capo dello Stato: "Borsellino, insieme a Falcone, è diventato il simbolo dell'Italia che non si arrende alla criminalità organizzata"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Migranti, altri morti e scontro Open Arms-Salvini. Mattarella invoca 'accoglienza'

Una imbarcazione è affondata al largo del nord di Cipro e il bilancio è di almeno 19 morti. Un'altra nave con migranti a bordo bloccata di fronte alla Tunisia