Lunedì 17 Luglio 2017 - 11:15

Schick, Ferrero contro la Juve. E' sanissimo e lo vogliono in tanti

Il presidente della Samp all'attacco: "Quello che ha equivale a un raffreddore Niente sconti"

Sampdoria - Chievo

"Schick non è sano, è sanissimo, quello che gli hanno trovato equivale ad un raffreddore, se la Juve vuole tirarsi indietro lo vendiamo a 4 club che sono pronti a comprarlo...". Così Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, a proposito del caso delle visite mediche che stanno complicando il passaggio in bianconero del giovane attaccante ceco. Un caso che il patron definisce "una farsa". "Andrà alla Juve, altrimenti ce lo riprendiamo noi - le parole di Ferrero, riportate dal 'Secolo XIX' - e aggiungerei un bel 'magari' visto che ora la clausola rescissoria è decaduta e possiamo venderlo non a 30 ma anche a 40-50 milioni". I risultati degli ultimi esami sono attesi in giornata.

Sull'ipotesi prestito, il presidente blucerchiato è chiaro: "La Samp non arretrerà di un millimetro rispetto agli accordi già presi, il ragazzo è sano, può giocare, e semmai si dovrà preoccupare chi ha messo in giro certe voci che rischiano di danneggiare l'immagine di uno dei talenti più splendenti del calcio europeo"

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Napoli - Roma

Sampdoria, Sabatini è il nuovo responsabile dell'area tecnica

Ricoprirà il ruolo a partire dall'inizio di luglio

Spal - Sampdoria

Spal, salvezza sul campo. Battuta (3-1) la Sampdoria

Doppietta di Antenucci (il primo su rigore) e gol di Grassi. La Samp in 10 dal primo tempo (espulso Caprari) ha segnato con Kownacki

Sampdoria - Napoli

Napoli, vittoria inutile con la Samp. Cori razzisti, gara sospesa

Milik e Albiol confezionano il 2-0 a Genova sotto la pioggia. La Sud si lascia andare a canti inqualificabili. Gavilucci sospende la partita. Deve intervenire Ferrero

Sassuolo - Sampdoria

Serie A, Politano stende la Samp: Sassuolo vince 1-0 ed è salvo

La squadra di Iachini, al termine di una stagione travagliata, riesce a non retrocedere con due giornate di anticipo